domenica 20 novembre 2016

Freaks (1932)

Freaks è un film del 1932 diretto da Tod Browning. Ambientato in un circo itinerante, racconta la storia di una bella trapezista senza scrupoli (Cleopatra, interpretata da Olga Baclanova)  che prima per gioco e poi per denaro finge di innamorarsi di un nano che lavora nel suo stesso circo (Hans, interpretato da Harry Earles) per potersi impossessare della sua eredità.
freaks, 1932

Tutto il film ruota attorno al "normale" e al "non normale": i personaggi del circo sono sia acrobati e clown che "fenomeni da baraccone" o scherzi della natura (freaks appunto) come la donna barbuta, le sorelle siamesi, l'uomo-donna o il mezzo uomo. Ma ciò che è normale si rivela essere anormale: i veri freaks non sono i mostri, i menomati fisici, ma i cosiddetti normali che mostrano il lato peggiore di se stessi, rivelandosi senza scrupoli e senza morale. 
freaks, 1932
 
freaks, 1932
 

Freaks è un film "disturbante", un film che dà fastidio, che ci fa vedere situazioni che non vorremmo vedere, ma che allo stesso tempo non riusciamo a smettere di guardare. A questo proposito è memorabile la scena del banchetto nuziale tra Cleopatra e Hans, quando i freaks intonano il canto "Una di noi" con il quale manifestano la loro accettazione della trapezista all'interno della loro "famiglia". Indimenticabile poi la scena dei freaks che, sotto un violento temporale, circondano Cleopatra per vendicarsi dei torti subiti dall'amico Hans.
freaks, 1932

Tra le scene che preferisco c'è il commovente dialogo tra Hans e l'ex fidanzata Frida (anche lei nana) che cerca inutilmente di fargli capire che Cleopatra non è innamorata ma lo sta solamente prendendo in giro. Nella realtà gli attori che interpretavano Hans e Frida erano due fratelli, entrambi affetti da nanismo. La coppia, insieme ad altri 2 fratelli (tutti affetti da nanismo) erano noti negli USA come The Doll family.

freaks, 1932
 
the doll family
The Doll family
 
Freaks è da sempre considerato un film maledetto. Nato come risposta della MGM ai film di mostri degli anni '30 della Universal, segnò la fine della carriera del regista Tod Browning. Costato 316.0000 $ andò in perdita di ben 164.000$.
Venne pesantemente censurato e quello che uscì nelle sale era un film depurato di oltre mezz'ora rispetto a quello già montato. Gli interpreti erano veri freaks" la maggior parte dei quali provenivano da circhi e vaudeville. Alcuni di loro avevano delle menomazioni mentali oltre che fisiche, che portarono a continue liti e competizioni sia sul set che negli alloggi riservati agli attori.
freaks, 1932
Il cast di Freaks insieme al regista del film
  
In alcuni paesi il film venne totalmente censurato e arrivò solo dopo anni se non decenni. In Italia per esempio non arrivò mai nelle sale cinematografiche e venne trasmesso direttamente in TV negli anni '80.
Freaks è stato recentemente restaurato dalla cineteca di Bologna ed è ora in programmazione in alcuni selezionati cinema d'Essai italiani.

freaks, 1932

 

1 commento:

Penelope ha detto...

Uno dei film "maledetti"più celebri della storia del cinema, ancora oggi risulta essere molto disturbante...