giovedì 6 ottobre 2016

Harry ti presento Sally e la torta di carote


Qualche tempo fa i colleghi del blog Non solo pizza e cinema mi avevano sfidata a raccontare il mio film preferito e ad associargli una ricetta. Il mio film preferito, lo sapete bene, è Dirty Dancing, ma mi rendo conto di avervene parlato ormai in tutte le salse (QUI, QUI, e ancora QUI), quindi ho scelto un altro dei miei film preferiti, e cioè Harry ti presento Sally e l'ho abbinato a una gustosa torta di carote.

Come mai la torta di carote? Proprio perché è gustosa come il film, e va assaporata lentamente. Altrimenti si rischia di soffocare, perché è un bel mattoncino (la torta, non il film).

Harry ti presento Sally (When Harry met Sally, 1989) racconta il rapporto tra Harry e Sally attraverso 12 anni. Il film inizia infatti nel 1977 quando i due si conoscono durante un viaggio in macchina tra Chicago e New York (Harry è il fidanzato di un'amica di Sally) e termina nel 1989, anno di realizzazione del film. Inizialmente Harry e Sally non si sopportano, ma quando si incontrano dopo diversi anni qualcosa tra i due è cambiato,  e così cominciano a frequentarsi. Ne nasce, tra la perplessità degli amici di entrambi, una bella amicizia. Fin quando ci si mette di mezzo il sesso. E qui mi fermo perché altrimenti vi racconto tutto (ma c'è davvero ancora qualcuno che non sa come va a finire?)
Il successo del film sta tutto nel modo in cui Nora Ephron racconta il rapporto tra uomo e donna, tra come le cose sono diverse se viste da lui e se viste da lei, come Sally affronta la vita e come la affronta Harry. E soprattutto tutto ruota intorno alla fatidica domanda:
Può veramente esistere l'amicizia tra un uomo e una donna?
Come vi dicevo io abbinerei questo film a una fetta di torta di carote, un dolce inglese che però è molto diffuso anche negli Stati Uniti. Pensate che divenne famoso soprattutto negli anni '70 quando si diffuse la moda della cucina salutista. Evidentemente il solo fatto che tra gli ingredienti ci fosse un ortaggio, rendeva questa torta ipercalorica un po' dietetica agli occhi degli americani. Dietetica o meno, la torta vi assicuro che è molto buona!
Con questo post ringrazio anche Una ciliegia tira l'altra, Vivere in infradito che mi avevano taggata per il Liebster award e Roby on the road che mi aveva taggata per #ipostiche


3 commenti:

Federica ha detto...

se ti dico che non ho mai visto questo classicone mi linci? però faccio degli ottimi muffin alle carote senza latte: potrei prepararli per vedere finalmente il film?

Silvia - Banana e cioccolato ha detto...

@fede: può passare il non sapere niente di Sissi, ma non avere mai visto Harry ti presento Sally?? Noooo a questo devi assolutamente rimediare :-)

Faby à pois ha detto...

bona la torta di carote!