domenica 23 ottobre 2016

Donne (The women, 1939)


Donne è un film del 1939 tutto al femminile: dall'inizio alla fine della pellicola compaiono… solo donne. Sebbene nel film non ci siano uomini, non se ne sente la mancanza perché vengono citati spessissimo: tutto infatti ruota attorno al rapporto tra uomo e donna, anzi tra marito e moglie. Anche se Donne può sembrare un film del tutto al femminile, in realtà il regista è un uomo: George Cukor, autore di tante commedie americane tra gli anni ’30 e’ 40. Protagonista della pellicola è Norma Shearer, circondata da tante altre bravissime attrici tra cui spiccano Joan Crawford e Rosalind Russel. E per dare un tocco glamour, tutte le attrici sono magnificamente vestite da Adrian, lo stilista di Hollywood più in voga in quegli anni.




La trama

Mary Haynes (Norma Shearer), moglie e madre perfetta, una tra le donne più famose dell’alta società di New York, scopre da una manicure che il marito la tradisce con Crystal (Joan Crawford), commessa di un grande magazzino.  Il fatto mette scompiglio non solo nella vita di Mary, ma anche nella cerchia delle amiche molto pettegole, che un po’ per malignità e un po’ per stupidità si prodigano in innumerevoli consigli su come affrontare la situazione. Dopo aver incontrato in un camerino di prova l’agguerrita rivale, Mary si reca a Reno per ottenere il divorzio dal marito. Lì conoscerà altre donne nella sua stessa situazione, con le quali rimarrà in contatto anche una volta rientrata a New York. Dopo aver ottenuto il divorzio, il marito si sposa con Crystal, ma il matrimonio non funziona: Crystal infatti è solo interessata di soldi.
Riuscirà Mary a riconquistare l’ex-marito?


 

Curiosità

Lo spirito umoristico del film si percepisce già dai titoli di testa: ogni personaggio viene infatti rappresentato da un animale: la pantera, il cerbiatto, il gufo.
Norma Shearer e Joan Crawford erano grandi rivali anche nella vita: erano considerate le due star della MGM e per 17 anni Joan accusò la Shearer di rubarle le parti migliori. Ma la Shearer aveva una qualità che mancava alla Crawford: era la moglie del produttore Irving Thalberg!


L’unico essere di sesso maschile che compare nel film è un cagnolino che viene ripreso per qualche secondo al termine della sigla di testa.
Tra le interpreti del film ci sono anche Butterfly McQueen (la cameriera del grande magazzino) e Marjorie Main (la proprietaria dell’albergo di Reno). Dove le abbiamo già viste:
Butterfly McQueen ha interpretato Prissy (la cameriera scema che dice di sapere tutto su come si fanno nascono i bambini poco prima che Melania partorisca) in Via col vento.
Marjorie Main è una delle caratteriste più famose di Hollywood e ha interpretato tantissimi personaggi in film come L'allegra fattoria, Le ragazze di Harvey, Incontriamoci a Saint Louis, Il cielo può attendere


 

Le protagoniste

Norma Shearer inizia la carriera nel muto, nominata 6 volte all’Oscar, lo vince con La divorziata (The Divorcee, 1930). Moglie del produttore Irvin Thalberg, i due furono per decenni una delle coppie più potenti di Hollywood.
Joan Crawford: la mia preferita in assoluto (ma questo già lo sapete). Iniziò anche lei la carriera nel periodo del cinema muto, e tra alti e bassi seppe mantenere la notorietà fino agli anni ’60. Vinse l’Oscar per Il romanzo di Mildred (Mildred Pierce, 1945), ed è considerata una delle vere dive di Hollywood. La ricordiamo anche per aver sposato nel 1955 Alfred Steele, il magnate della Pepsi, e per il libro Mammina cara scritto dalla figlia adottiva Christina, in cui viene descritta come una madre violenta e dispotica (ne fu tratto anche un film, ve ne ho parlato QUI).
Rosalind Russell attrice e modella americana, ha interpretato tante divertenti commedie, probabilmente la più famosa tra tutte è Zia Mame (Auntie Mame, 1958).
Joan Fontaine sorella minore di Olivia de Havilland (la Melania di Via col vento), la ricordiamo soprattutto per l’interpretazione in Rebecca la prima moglie (Rebecca, 1940) che le valse la nomination all’Oscar
Paulette Goddard la ricordiamo per la sua interpretazione in Tempi moderni (Modern Times, 1936)) ma soprattutto per la scandalosa relazione che la legò per ben 8 anni a Charlie Chaplin, pur non essendo sposati.



I costumi

Essendo un film interamente interpretato da donne, i costumi hanno un’importanza fondamentale! Sono stati infatti disegnati dallo stilista delle dive per eccellenza: Adrian, che realizzò per il film degli abiti fenomenali. Per ogni personaggio vennero realizzati degli abiti che ne rispecchiavano la personalità: velette e fiocchi improbabili per la Russel, abiti sexy per la Crawford, completi bon ton per la Shearer.
Un film nel film è poi la sequenza della sfilata di moda alla quale assistono le amiche: 10 minuti di sfilata in cui vengono presentati dei veri capolavori di stile.


  

Donne è una pellicola spassosa che unisce al divertimento anche una morale (decisamente poco femminista) e cioè che se una donna vuole salvare il proprio matrimonio deve sapere mettere da parte il proprio orgoglio. Siete d’accordo? Io non molto!


Potrebbe interessarti anche:

4 commenti:

Batù Simo ha detto...

Ma che nel post! Non conoscevo questo film ed ora devo cercarlo per forza, hai insinuato in me troppa curiosità 🤗 Certamente per essere una pellicola datata è molto affascinante l' argomento.
Per il resto.. io ho imparato che mai dire mai e mai giudicare. Non si può sapere le interiorità altrui, i meccanismi che portano a questa o quella decisione. Credo che il libero arbitrio sia sottovalutato e poco rispettato. Io vedo tanta (troppa) gente che punta sempre il dito invece di guardare dentro le mura di casa propria...

Antonella S. ha detto...

Non conosco questo film ma credo che lo cercherò, mi è piaciuto tantissimo il modo in cui ne hai parlato.
A presto.
Antonella

Silvia - Banana e cioccolato ha detto...

@simo: sono contenta di averti incuriosita! Se poi vedi il film dimmi cosa ne pensi!
@antonella: grazie! Secondo me potrebbe piacerti questo film, poi fammi sapere!

Maria ha detto...

Non ho mai visto questo film, ma sembra molto affascinante!