venerdì 23 settembre 2016

La mia prima volta in un cat-cafè

Mai stati in un cat-café? Io ci sono capitata per caso a Nottingham, e quando ho visto tutti quei gatti non ho capito più niente e non ho saputo resistere: sono dovuta entrare. E oggi vi racconto come è andata:


Innanzitutto, cos'è un cat-cafè?
E' un locale (generalmente una caffetteria) dove i gatti girano liberamente tra i tavoli e (in teoria) socializzano con i clienti umani. I cat-cafè sono piuttosto diffusi in Giappone, dove sono nati, ma recentemente ne hanno aperti alcuni anche in Europa (in Italia si possono trovare a Torino e Milano).


Appena entrati siamo accolti da una cameriera vestita in stile "felino" non particolarmente simpatica che ci ha chiesto 5£ a testa, ci ha fatto firmare un foglio di entrata e ci consegna un altro foglio che poi capiamo essere un lungo elenco di cosa si può fare e cosa non si può fare all'interno del locale (per esempio non si possono prendere in braccio i gatti, né spostarli dalle sedie, né allontanarli con i piedi). Lo trovo giusto, non tutti sono abituati ad avere a che fare con i gatti né conoscono il loro comportamento.
Veniamo fatti accomodare su un divanetto, ordiniamo due fette di torta e ci cominciamo a guardare in giro alla ricerca di gatti. Il locale è pieno zeppo di giochi, passerelle, cucce, di tutto e di più. Ed effettivamente i gatti ci sono, ma o stanno dormendo nelle loro cucce, o non hanno la minima intenzione di interagire con gli esseri umani presenti nel locale.
Aspettiamo, qualche gatto arriverà...

E in effetti quando compare la torta compare magicamente anche un gatto, che però passa sul tavolo e se ne va. Dimenticavo: insieme alle pietanze viene fornito un ombrellino per coprire il piatto (come quello che usiamo noi per le mosche).
Insomma, in 40 minuti sono riuscita ad accarezzare solo un gatto coricato su un trespolo (che per la cronaca si faceva accarezzare da tutti).
Tutti gli altri sono riuscita solo a guardarli da lontano.





 Morale: l'idea di entrare in un locale del genere mi aveva sempre affascinato, ma mi ero sempre immaginata seduta su una poltrona sorseggiando un te e accarezzando un gatto. Invece la realtà è stata ben diversa: i gatti se ne stavano per i fatti loro, ignorando tutto il resto. Non dico che sia sbagliato (sono animali e come tali devono essere lasciati liberi di comportarsi come vogliono), ma di certo quando si entra in un locale del genere ci si aspetta un minimo di interattività.
In definitiva, non ci ritornerei
Se voglio essere ignorata da un gatto mi basta stare in casa e risparmio anche le 5£, vero Jolie?
  • I gatti del cat-cafè di Nottingham sono tutti trovatelli e in cerca di una casa definitiva (anche se lì dentro mi pare che se la passino piuttosto bene!)
  • Il KITTY CAFE' di Nottingham si trova in 37 Friar Lane

Trovi QUI tutti i miei post dedicati all'Inghilterra

7 commenti:

Patalice ha detto...

ammetto che, non essendo una super appassionata di felini, la cosa non mi sconfiffera particolarmente

Tiziana Fragner ha detto...

Che bello !!!
IO SAPEVO DI QUESTI CAFFè perchè l'ho visto in un episodio del telefilm ELEMENTARY proprio 2 settimane fa, pensa tu !

Ora vederlo nelle tue foto di un tuo post...wowwww fantastico !!!!
SAREI IMPAZZZZZZZZZITA ANCH'IO !!!

Se abitassi in u.k. questo sarebbe il mio lavoro!!!

BACI !! ..non ho guardato se hai postato foto del viaggio in Baviera...guardo domani o dopo domani...ora sonno..vado a nanna...baciiiiiiiiiiiii

Tiziana Fragner ha detto...

p.s. ...volevo aggiungere: forse i gatti essendo trovatelli..erano un pò diffidenti e forse la politica del locale , cioè di non prenderli in braccio, non li abituava all'essere umano...magari non è dappertutto così...altrimenti la gente come fa ad adottarli?

per i 5 pound ..sono una donazione per mantenere i trovatelli..la devi vedere sotto questo aspetto, inoltre secondo me...è stata l'accoglienza fredda o cmq non simpatica della ragazza a farti vedere tutto sotto una cattiva luce....

ancora kissesssss

Pier(ef)fect ha detto...

Al contrario di quanto possa sembrare dalla mia galleria Instagram, i gatti mi producono una leggera allergia, specie nel periodo della muta del pelo. Quindi no, non mi convince l'idea. Poi immagino che appunto, essendo gatti trovatelli siano ancora più diffidenti dei gatti "da appartamento". Insomma, ci sono cose che non quadrano, ma per chi può, può essere un'esperienza simpatica :)

RocknGiu ha detto...

Sarò a Nottingham a fine ottobre, cercherò di passarci! Sono curiosa!

Silvia - Banana e cioccolato ha detto...

@Patalice: beh effettivamente se non sei particolarmente amante dei felini non te lo consiglio!
@Tizi: magari avrei preferito saperlo prima di entrare che avrei dovuto pagare 5 pound (e sarei comunque entrata lo stesso perché ero troppo curiosa). Sicuramente la poca simpatia delle cameriere ha influito sul giudizio, di questo ne sono certa!
@Pier: beh se soffri di allergia (anche leggera) non penso proprio sia il posto per te, con tutti quei gatti!
@rockngiu: se ci vai fammi sapere se ti è piaciuto!

Federica ha detto...

non ci sono mai stata in un caffè-gatto... per ora mi accontento della mia minni :)