lunedì 28 marzo 2016

Il mercato centrale di Riga

Visitare il mercato di una città è un po’ come scoprire la sua anima. E’ lì che si incontra la gente vera, quella che tutti i giorni va a fare la spesa, tocca la merce con mano e tratta sul prezzo. Non vi dirò che sono un’amante dei mercati: non mi piace la confusione e non sono il tipo che fa a gomitate per avvicinarsi a un banco. Probabilmente ho un po’ la puzza sotto il naso, lo so, ma che ci posso fare? Il mercato di Riga però mi è piaciuto, perché è diverso da tutti gli altri. Vi dico solo che è stato costruito in un hangar. Vi ho incuriosito?
mercato di riga



Il mercato centrale di Riga è uno dei più grandi d’Europa: 5 padiglioni per un totale di 72.300 metri quadrati. E’ decorato con elementi Art Deco (lo stile architettonico molto diffuso in tutta la città, detta anche la capitale dell’art deco), ma la cosa che lo rende unico nel suo genere è che è stato costruito in un ex hangar della prima guerra mondiale, dove un tempo venivano “parcheggiati” i dirigibili tedeschi. Il risultato è veramente grandioso, una struttura che colpisce già in lontananza e ancora di più quando ci si trova dentro. Pensate che ognuna delle 5 costruzioni è alta più di 20 metri e profonda 35.
mercato di riga

Negli anni ’30 il mercato (inaugurato nel 1930) costituiva una vera e propria attrazione turistica, e i sistemi di stoccaggio e conservazione delle merci lo rendevano uno dei più tecnologicamente avanzati d’Europa.
All’interno del mercato centrale di Riga si trova veramente di tutto: dalla frutta alla verdura, ai souvenir, carne, pesce, formaggi, specialità gastronomiche, e dolci. Noi ci siamo divertiti a passeggiare tra i banchi e sbirciare qua e là, osservando curiosi le specialità del posto, circondati per una volta non da turisti ma da lettoni!
mercato di riga


mercato di riga

mercato di riga

mercato di riga


Nel 1998 il mercato è stato incluso nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco

Il mercato è situato nel quartiere Maskavas Forštate, da sempre la zona più povera della città, famosa per aver ospitato il Ghetto di Riga durante il periodo di occupazione nazista e divenuto successivamente il quartiere russo. La zona non è per niente turistica, ma vale la pena spostarsi un po’ dal centro storico per vedere qualcosa di diverso e di più “reale”. Il mercato si raggiunge velocemente dal centro storico della città con una breve passeggiata di 10 minuti a piedi, basta seguire il corso del fiume Daugava

QUI trovate tutte le info sul Mercato centrale di Riga


Cosa vedere nei dintorni 

La zona della Maskavas Forštate (detto anche quartiere russo) è una zona periferica, per niente turistica e pertanto le guide ne sconsigliano la visita durante le ore serali (noi l’abbiamo visitata di mattina e non l’abbiamo trovata più pericolosa di qualsiasi altra zona periferica di ogni grande città). A brevissima distanza da mercato, lungo la Krasta iela, si trova quel che rimane del Ghetto Ebraico: qui gli ebrei vennero rinchiusi durante il periodi di occupazione nazista. Oggi alcuni cartelloni e un piccolo museo con entrata a offerta commemorano quel periodo storico e le sofferenze subite dagli ebrei di Riga.

riga, lettonia
Poco più in là, dopo aver percorso la via Praga iela fiancheggiata da vecchie case in legno pericolanti (e alquanto inquietanti) che danno un sapore decisamente “sovietico”, ci si imbatte nell’edificio più sovietico di tutta Riga: l’Accademia delle Scienze (Zinātņu Akadēmija). Niente di più del classico palazzo stile comunista che si trova praticamente in tutte le capitali dell’Ex Unione Sovietica, e che dall’alto dei suoi 121 metri ci ricorda che fino al 1990 Riga faceva parte dell’Unione Sovietica. Non so perché ma questi edifici mi mettono sempre addosso una certa malinconia. Subisco il loro fascino ma allo stesso tempo so che in loro c’è qualcosa di sbagliato.

riga, lettonia

riga, lettonia
Insomma, se avete un po’ di tempo in più e volete vedere la “vera” Riga vi consiglio decisamente di allontanarvi per un paio d’ore dal centro storico di Riga e visitare il mercato centrale. E se siete proprio dei curiosi (come me) fate due passi anche nel quartiere Maskavas, vedrete una Riga decisamente diversa dalla classica capitale per turisti!

Trovi QUI tutti i post dedicati a Riga

8 commenti:

Patalice ha detto...

il mercato c'è tutti i giorni?
io li adoro, andrei a far visita a qualunque mercato al mondo...

Silvia ha detto...

@patalice: si il mercato c'è tutti i giorni!

Kylie ha detto...

Rimango sempre affascinata dai mercati coperti.

Baci

Federica ha detto...

quando eri venuta a Torino eri stata a Torino?

secondo me a Madrid verresti matta per il mercatino delle pulci della domenica mattina!

Federica ha detto...

* ehm volevo dire al mercato di porta palazzo a torino ...son fusa!

Silvia ha detto...

@Fede: no, non l'avevo visto quello di Torino!

Federica ha detto...

allora siccome ci vado sabato a fare la visita guidata farò qualche foto per farci un post e mostrartelo!

Silvia ha detto...

@Fede: dai dai che sono curiosa! Grazie :-)