mercoledì 30 settembre 2015

Un paio di considerazioni sulla faccenda Calamity

La vicenda della Calamity mi ha insegnato un po’ di cose. Non voglio per forza trovare il lato bello della vicenda, perché non c’è nessun lato bello nel perdere un gatto. Però in questo periodo ho capito tante cose. 

gatto, Calamity Jane, Silvia Diemmi
Girando per le vie del paese alla ricerca di Calamity ho incontrato e conosciuto tante persone. Persone che abitano accanto a casa mia e alle quali non avevo mai rivolto la parola. Persone che abitano nel mio stesso piccolo paesino e non avevo mai visto. Ho trovato comprensione e compassione, ma anche indifferenza e a volte stupidità. Ho capito che non tutti amano gli animali come me, e non tutti hanno capito quanto sto soffrendo. Ma non gliene faccio una colpa, semplicemente siamo diversi. Ho trovato affetto e supporto da parenti e amici, ma anche da persone che non ho mai incontrato fisicamente, ma che mi sono state vicine e mi hanno sostenuta nei momenti difficili. 

Ho ricevuto chiamate e messaggi da perfetti sconosciuti che mi hanno incoraggiata, mi hanno dato preziosi consigli e mi hanno dato un lume di speranza quando ero disperata. 

Pensavo di conoscere i gatti (io che da quando ho 6 anni ne ho sempre avuto uno), ma ho scoperto che non è così. Ho capito che i gatti non sono tutti uguali, sono imprevedibili e da loro ci si può aspettare di tutto. 

gatto, Calamity Jane, Silvia Diemmi

Ho pensato tante volte a Calamity e a dove potesse essere in quel preciso momento. Mi sono addormentata pensando a lei e svegliata al mattino dopo ancora pensando a lei. Mi sono chiesta se sia caduta involontariamente da quel maledetto balcone o se sia scappata, perché il suo spirito libero non sopportava di essere chiuso tra 4 mura. 
In conclusione non so ancora cosa sia successo, e soprattutto non so dove sia ora.

Vorrei che questo incubo finisse il prima possibile: vorrei strappare tutti i volantini che ho appeso in paese e fare il giro dei vicini per dire che finalmente Calamity è tornata a casa. Ma ancora non è giunto questo momento. 

NOI PERO' CONTINUIAMO A CERCARLA.

gatto, Calamity Jane, Silvia Diemmi

p.s. Ad Agosto abbiamo adottato Calamity Jane, una gattina di pochi mesi. Una micetta un po’ selvatica, molto impaurita ma molto molto dolce. Dopo 3 settimane dal suo arrivo, proprio quando cominciavamo a prendere confidenza e si stava adattando a noi e alla sua nuova casa... E’ scomparsa, caduta (o scappata) dal balcone.




15 commenti:

Cristina P ha detto...

Accidenti!! :-( Non sai quanto mi dispiace leggere di questa cosa! Io ti posso capire benissimo, è successo anche a me con il mio Camillo quando aveva un anno. E' stato via due lunghe settimane in cui mi sono immaginata di tutto! Per fortuna poi è tornato!
Comunque è vero, c'è gente che capisce ed è solidale e c'è gente che quando sente che si tratta "solo" di un gatto minimizza e non capisce la preoccupazione.
Hai messo appelli su fb chiedendo agli amici di condivedere?

Sara ha detto...

Si, non tutti amano gli animali come noi.
Credo che sia scappata dal balcone, magari inseguendo una lucertola. Poi si e'trovata in difficolta'ed e'stata soccorsa da qualcuno chd ha pensato che fosse stata abbandonata.

cri ha detto...

Io non dispero e sono sicura che avrai sue notizie. Spero proprio che riusciate a incontrarvi nuovamente. Che stupidi quei signori che vi hanno fatto il verso mentre la cercavate... Hai ragione che non tutti siamo uguali, ma il rispetto va oltre tutto. A me quella gente andrebbe di picchiarla... Vi mando un mega bacione.
Cristina

Lalu ha detto...

E vero però che chi non ama gli animali non capisce quanta sofferenza possiate provare, lo ammetto, questo post però me l' ha trasmessa tutta!! In bocca al lupo..
Lalu

penelope ha detto...

Mi dispiace davvero tanto per la tua Calamity e capisco benissimo la tua sofferenza...però non perdere la speranza, come hai scritto anche tu i gatti sono imprevedibili e non sarebbe strano se la gatta tornasse così come è scomparsa.
Io comunque con le persone che non amano o sono indifferenti agli animali non riesco proprio a rapportarsi e per istinto riesco a riconoscere e legare solo con quelle che li amano...é una sorta di sesto senso forse !

Federica ha detto...

io una decina di anni fa avevo perso il mio cane quindicenne la notte di capodanno: ricordo ancora la paura, l'angoscia e la fatica fatta per ritrovarla... era molto vecchia, cieca e pure un po' sorda, mai uscita di casa prima e per riprenderla le abbiamo corso fisicamente dietro per pià di 4 ore perché non ci riconosceva :(

da lì ho capito che tutto può succedere... ti abbraccio!

Silvia ha detto...

@Cristina:ho messo l'annuncio su fb e ho avuto un sacco di condivisioni, sia da amici che da persone che non conosco nemmeno. E poi hanno condiviso anche le associazioni animaliste della mia zona, ho fatto mettere l'annuncio anche nei quotidiani online di Parma e provincia. Penso che ormai tutta Parma conosca Calamity. Nonostante questo però abbiamo avuto solo 2 segnalazioni, che tra l'altro non siamo riusciti a verificare
@Sara: se non la dovessi ritrovare vorrei sperare solo che l'abbia presa qualcun altro e che si stia prendendo cura di lei
@Cri: guarda, sabato mi è venuto un nervoso che non ti dico. Non ve ne frega niente dei gatti, ok... però almeno non prendetevi gioco di noi
@Lalu: crepi, speriamo di trovarla
@Penelope: grazie, noi speriamo di trovarla prima o poi. E' vero con gli animali tutto è possibile
@Fede:grazie Fede, se ci sei passata anche tu allora sai cosa si passa... che tragedia

Andrea Pizzato ha detto...

cavoli quanto mi dispiace. spero che ritorni al più presto! facci sapere. ciao Andrea

Audrey Borderline ha detto...

Nel bene o nel male tutto ciò che ci accade alla fine ci permette di scoprire qualcosa. Purtroppo, come scrivi anche tu, ci sono tante persone che restano indifferenti a certe cose ma è bello vedere anche il contrario. Mi spiace per la scomparsa del tuo gatto ma non è detto, magari torna, All'amica di mia madre era scomparsa la gattina e dopo 4 mesi è tornata con 8 cuccioli ;)

Dany M ha detto...

Da quando sono nata ho gatti, perciò ti capisco.. Li amo come bambini! Se dovessi perdere Duchessa impazzirei, quindi.. Mi dispiace molto X te :-(

Tiziana Fragner ha detto...


Ciao Silvia... le foto sono bellissime e anch'io aspetto con ansia di leggere "che hai ritrovato Calamity" !!! Incrocio le dita insieme a te e prego che stia bene... :-)

Ail Finn ha detto...

Che esperienza tremenda...
ti sono vicina. Hai ragione, non c'è nessun lato bello nel perdere un gatto, ma al tempo stesso è consolante sapere che in mezzo a certe teste bacate ci sono anche persone sensibili che si preoccupano del dolore altrui, anche senza averlo vissuto in prima persona sulla propria pelle.
Un abbraccio forte forte.

Tiziana Fragner ha detto...

ah ..approposito di quelli che ti hanno fatto il verso...sono d'accordo con Cri ...era da prenderli a schiaffoni...gente di m..., si dovrebbero vergognare!

Conosci i loro nomi??? ma perchè non li "sputtani" educatamente in giro in tutto il quartiere? Cioè ..senza dire parolacce o offese palesi, ma racconta un pò al vicinato quanto sono stati "insensibili" nei tuoi confronti e quanto sono stati davvero "ignoranti" ...ma come si permettono di rifarti il verso??? ma chi si credono di essere????
QUESTE COSE MI MANDANO IN BESTIA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ti mando un abbraccio con affetto !

Silvia ha detto...

@Andrea:grazie
@Audrey: magari tornasse... anche con i cuccioli sarebbe sempre ben accolta a casa nostra!
@Dany: grazie cara
@Ail Finn: grazie cara, purtroppo questa esperienza mi ha insegnato tanto
@Tizi: dai speriamo di trovarla. Penso anche io che quelle persone dovrebbero vergognarsi, preferisco non pensarci più altrimenti mi arrabbio ancora.

RobbyRoby ha detto...

tantissimi incroci perchè la micina torni a casa.