mercoledì 5 agosto 2015

Caro diario... Luglio 2015

Il mese di Luglio è veramente volato, saranno stati forse i 10 giorni di vacanza??? In effetti potrebbe essere, che dite? E l'intervista a Radio Capital (un'altra? sì, un'altra!).
Ecco il riepilogo del mese appena trascorso:





La vacanza in Normandia

Le prime due settimane di Luglio sono volate letteralmente via. Esattamente sono volate in Normandia, ma questo già lo sapete (vi ho parlato della mia vacanza QUI e QUI)


Ospite a Capital in the world per parlare di Shining
E proprio durante la vacanza in Normandia sono stata contattata da Radio Capital per partecipare alla puntata di Capital in the world dedicata ai Viaggi da paura. Questa volta ho parlato delle location di uno dei miei film preferiti: Shining. La puntata è andata in onda martedì 14 Luglio, e potete ascoltarla QUI.


Film:  non sposate le mie figlie

Uno dei (pochi) film visti questo mese è stato Non sposate le mie figlie, una commedia francese (è lo so, per un po’ sarò nel periodo “francese”, sopportatemi) sull’interrazialità. I coniugi Verneuil hanno 4 figlie: una sposata con un marocchino, una con un ebreo e una con un cinese. Per l’unica figlia nubile sognano un bel matrimonio con un cattolico francese ma… Film divertente e poco impegnativo.

Cucina: la pasta al pesto di rucola e melone

Questo mese mi sono dedicata veramente pochissimo alla cucina: diciamo che i miei fornelli probabilmente si sono dimenticati che faccia ho! Solo verso la fine del mese mi sono un po’ ripresa, questo è uno dei piatti che ho cucinato: pasta al pesto di rucola con melone.

Degustazione mediterranea





L'Araba Fenice di Fontevivo (Parma) è uno dei miei ristoranti preferiti. Quando voglio mangiare del buon pesce, qui vado a colpo sicuro. E così quando ho saputo delle serate con degustazione mediterranea non ho saputo resistere! Questo il menù: 
  • carpaccio di tonno con rucola e pepe nero
  • gamberoni con cipollotti in agrodolce
  • capesante gratinate
  • insalatina di polipo caldo con patate
  • cono di acciughe croccanti
  • merluzzetto con crema di pomodoro e basilico
  • orecchiette ai frutti di mre
  • baccalà fritto con salsa agrodolce
  • sorbetto al limone
Il libro del mese: ancora Madame Bovary
Il libro del mese è... sempre quello del mese scorso, è cioè Madame Bovary! Non so voi ma quando io sono in vacanza non leggo praticamente niente (a meno che si tratti di una vacanza di mare in cui me ne sto tutto il giorno in spiaggia!). Comunque sono riuscita a finirlo (anche se essendo la quarta volta che lo leggevo il finale non è stato a sorpresa!) e penso che per il mese di agosto mi prenderò un po' di riposo anche dai libri...

E anche per questo mese è tutto, alla prossima!





7 commenti:

Serena Chiarle ha detto...

Quella degustazione mediterranea ha l'aspetto molto interessante!!
Appena riesco mi ascolterò la tua intervista alla radio... l'argomento mi stuzzica.
E devo anche ancora leggere le tue cronache normanne :)

Lalu ha detto...

Buone vacanze!
Lalu
www.ilquadernodilalu.it

Federica ha detto...

Dal trailer fi Non sposate le mie figlie mi aspettavo molto di più

Silvia ha detto...

@serena: di cronache normanne ne arriveranno ancora!
@Lalu: grazie... in effetti ho ancora un po' di vacanze da fare
@Fede: io il trailer non l'avevo visto, comunque mi aspettavo un po' di più da questo film

Anca ha detto...

Ciao Silvia, complimenti per l'intervista!non vedo l'ora di scoprire anche gli altri post sulla Normandia.anche a me è piacuto "non sposate le mie figlie", ultimamente (da 2-3 anni) i film farncesi mi piaciono molto. A presto!

Ail Finn ha detto...

Cavolo un'altra intervista? Wow! Madame Bovary pensavo di rileggerlo, ma al momento sono davvero intasata... Sono stata ad una serata su Tolstoj e uno dei partecipanti ha fatto un paragone non molto sensato tra la Bovary e la Karenina... Da lì serie di pippe mentali mie e voglia di rispolverare il romanzo francese.

Silvia ha detto...

@Anca: anche io ho scoperto i film francesi negli ultimi anni e devo dire che mi piacciono. Sono molto diversi dai nostri (soprattutto le commedie che sono molto meno sguaiate di quelle italiane), ma hanno un loro fascino.
@Ail: a me invece è venuta voglia di leggere Anna Karenina, ma ho paura che sia un po' troppo impegnativo. Magari quest'inverno, chissà.