giovedì 19 marzo 2015

Cenerentola raccontata da me


C'era una volta una ragazza carina ma sfigatella. Aveva perso entrambi i genitori e abitava con la matrigna e due sorellastre ciofeche che la schiavizzavano. Ma Cenerentola era buona (e anche un po' coglioncina), e non si ribellava. Un giorno il re decide che quel gran pezzo di marcantonio del figlio (il principe, che non avendo un nome di battesimo verrà chiamato semplicemente Azzurro) si deve sposare, perchè lui (il re) vuole dei nipoti. Sia ben chiaro che ad Azzurro non gliene può fregare di meno di sposarsi, lui vuole godersi la vita (e come dargli torto). Quindi il re indice una serata danzante nel castello e invita tutte le ragazze del paese. 




Anche Cenerentola vuole andare al ballo, e si fa aiutare dai suoi amici animali (ottimi sarti e personal stylist) per il vestito. Arriva la sera del ballo, Cenerentola e le sorellastre litigano, e tra uno strattone e l'altro il vestito di Cenerentola si rovina. Come si fa? Qua non si può più andare al ballo! Ma per fortuna arriva la fata smemorina, una fata fuori come un balcone che con una magia trasforma una zucca in una carrozza, i topi in cocchieri, e soprattutto l'abito strappato in un bellissimo abito da sera. La magia scadrà però a mezzanotte. Cenerentola va al ballo, vede Azzurro e i due si innamorano. 


E ballano, ballano, ballano, ballano finchè arriva mezzanotte e quell'imbambita di Cenerentola si ricorda che la magia sta per scadere. Allora corre giù dalle scale e perde la scarpa. Il re e il duca (ma badate bene, non Azzurro, perchè a lui non gliene può fregare meno di sposarsi) si mettono a cercare la proprietaria della scarpa, perchè 'sto principe si deve sposare e fare dei figli per il re. Insomma, per farla corta girano tutte le case finchè non arrivano alla casa di Cenerentola, che nel frattempo è stata rinchiusa in uno sgabuzzino dalle sorellastre ciofeche. Cenerentola si libera, si scopre che la scarpa è sua, sposa Azzurro e vissero tutti felici e contenti.



E ora qualche considerazione sulla favola di Cenerentola:









14 commenti:

Patalice ha detto...

ma che scema che sei ;-)
mi sono sbellicata

RocknGiu ha detto...

hahahaha mitica :P

Rock'n'Giu Blog
Rock'n'Giu Facebook

Antonella S. ha detto...

Mi hai fatto fare una sana risata!
Un abbraccio.
Antonella

kassandra black ha detto...

Povera Cenerella ahahahah!

Audrey Borderline ha detto...

ahuahuahahuahua
ti adoro!!!

Silvia ha detto...

Grazie ragazze! Sono contenta di avervi fatto ridere :-)

penelope ha detto...

l ultima immagine dice tutto!! povera Cenerentola...dalla padella alla brace!!

Federica ha detto...

al liceo avevo letto un libro sull'interpretazione psicoanalitica delle favole e mi ricordo che secondo l'autore il fatto di mettere il piede dentro la scarpa era un chiarissimo rifermento sessuale! o_0

cri ha detto...

Mi racconti un'altra favola? Come le racconti tu non c'è nessun altro!

Andrea Pizzato ha detto...

ahhah povera!

Silvia ha detto...

@Penelope: infatti secondo me l'ultima immagine è la più bella ah ah ah!
@Fede: hai capito cosa ci hanno raccontato per anni.. Oppalà!
@Cri: certo cara, scegline una che io ti faccio la mia versione :-)

Cristina P ha detto...

Ahhahhaaaa, l'ultima è tremenda!!
:-)

Ransie La Strega ha detto...

ahhahahaha ma il tuo racconto è più bello dell'originale!!! :) grazie di essere passata cara :) ora che ho scoperto il tuo blog mi iscrivo coì non lo mollo più :)

Silvia ha detto...

@Cristina Ransie grazie!