venerdì 31 ottobre 2014

Speciale Halloween: il fantasma degli Studios



Anche quest'anno torna l'appuntamento terrificante di Halloween... Pensavate mi fossi dimenticata? Certo che no! Quest'anno vi porto nella Hollywood degli anni '20, e vi racconto di una morte misteriosa e di un certo fantasma...


Gli Studios
culver studios

I Culver studios vennero fondati nel 1918 da 3 dei più noti e potenti produttori cinematografici di quegli anni: Thomas Ince, D. W. Griffith e Mack Sennett
Qui vennero girati film che hanno fatto la storia del cinema come Via col vento (Gone with the wind, 1939), King Kong (1933), Quarto potere (Citizen Kane, 1941), Rebecca (1940). Il simbolo degli Studios (che ai tempi della fondazione si chiamavano Thomas H. Ince Studios) è sempre stata la bellissima magione in tipico stile sudista, che compare anche nei titoli di apertura delle produzioni di David O Selznick. 

Thomas Ince e la sua morte misteriosa
thomas ince, marion davies, charlie chaplin
I protagonisti della storia
in senso orario: Marion Davies, Thomas Ince, William Randolph Hearst, Charlie Chaplin
Thomas Ince (1882 -1924) è stato un attore, regista, produttore e sceneggiatore della Hollywood dei tempi d'oro. Nel 1924 è all'apice della sua carriera, frequenta gli attori e i registi più famosi di Los Angeles, e le feste sono all'ordine del giorno. Domenica 16 novembre sale a bordo dello yacht del magnate dell'editoria William Randolph Hearst per festeggiare insieme agli amici il suo 42° compleanno. Insieme a loro ci sono altre persone del jet set hollywoodiano tra cui gli attori Charlie Chapline e Marion Davies (amante di Hearst). 

L'Oneida, lo yatch di William Randolph Hearst dove si dice che venne assassinato Thomas Ince
Martedì notte Ince viene ufficialmente dichiarato morto. Il suo dottore  personale certificò che Ince venne colpito da un'attacco di ulcera sullo yacht e da lì trasportato nella sua casa dove morì martedì notte, mentre secondo le voci più insistenti che circolavano a Hollywood, Ince morì assassinato a bordo dello yacht e successivamente trasportato a casa. Secondo l'ipotesi più accreditata William Randolph Hearst avrebbe sparato a Thomas Ince in un attacco d'ir, dopo averlo scambiato per Charlie Chaplin, che sospettava essere l'amante di Marion Davies.

Il fantasma

Dal momento della morte, il fantasma di Ince è stato visto varie volte all'interno dei Culver Studios, soprattutto sulle scale che portano a quello che un tempo era la sua personale sala di proiezione privata. Negli anni '80, durante i lavori di ristrutturazione degli studio, il fantasma venne avvistato spesso sui set, si presume per dimostrare la disapprovazione alla ristrutturazione. Pare che poi la figura fosse solita scomparire attraverso i muri...

thomas ince
















E adesso tutti fuori a festeggiare Halloween... O tutti in casa a guadarsi un bel film horror!
Voi come festeggerete?
Potrebbero interessarti anche:

6 commenti:

b!girl ha detto...

Storia interessante, non la conoscevo!
Il mio Halloween si è svolto sul divano, affondata in una bella coperta e guardami con il maritino influenzato film horror! ;)

penelope ha detto...

se non sbaglio c e'un film su questa vicenda pero'non ricordo il titolo...io adoro halloween e le storie paurose!ieri per entrare nello spirito della festa ho guard un horror alla tv su rai4..."the woman in black"...abbastanza inquietante!

Audrey Borderline ha detto...

non la conoscevo questa storia, però ricorda un po' i fantasmi dei teatri ;)
buon week end

Nella Crosiglia ha detto...

Ho festeggiato ora cara Silvia, con questa vicenda maledetta che intriga più che una pellicola..grazie infinite!
Un gran bel blog ed ora mi iscrivo subito sperando in un tuo gradito ricambio!
Un forte abbraccio!
http://rockmusicspace.blogspot.it/

Silvia ha detto...

@bgirl: secondo me un in casa a guardarsi bel film horror è il modo migliore per festeggiare Halloween!
@Penelope: bravissima! A questa storia si è ispirato il regista Bogdanovich per il film "Hollywood confidential", del 2001. L'attrice Marion Davies era interpretata da Kirsten Dunst. Io non l'ho mai visto ma mi piacerebbe tanto!
@Audrey: è vero, in effetti la ricorda molto. Non so quanto la storia del fantasma sia vera, ma mi piaceva più che altro raccontare la storia del misterioso omicidio di un personaggio di Hollywood (sai che io subisco il fascino della vecchia Hollywood!)
@Nella: ma grazie! Ora vengo a vedere il tuo blog!

Nella Crosiglia ha detto...

Silvia cara , spero che dopo aver percorso un pochino il mio blog, tu voglia entrare come mia amica..
Un bacio serale ..grazie...
http://rockmusicspace.blogspot.it/