lunedì 29 luglio 2013

Cabourg rende omaggio alla Belle Epoque e ai bains de mer

La città balneare di Cabourg, in Bassa Normandia, quest'estate rende omaggio alla Belle Epoque, il periodo in cui la città visse il suo maggiore splendore.

Manifesto Belle Epoque Cabourg

giovedì 25 luglio 2013

Viaggio in Inghilterra: i b&b


Di b&b durante la nostra vacanza ne abbiamo visti tanti, e un po' di tutti i tipi: belli, bellissimi, un po' meno belli, nuovi, vecchi, puliti, sporchi... Insomma ce n'era un po' per tutti i gusti. Ogni notte un letto diverso. A volte mi svegliavo al mattino e non sapevo dov'ero...Ogni volta che suonavamo a una porta ci chiedevamo chi ci avrebbe aperto, come sarebbe stata la prima impressione, quanto sarebbe costata la camera, se ci sarebbe piaciuta, se fosse stata pulita, insomma, un sacco di emozioni nel giro di 30 secondi.

East Lee Guest House - Dover
b&b East Lee Guest House - Dover
La camera della East Lee guest house di Dover (uno dei più belli in cui abbiamo soggiornato).
Tutto curato nei minimi dettagli, casa... fantastica!

lunedì 22 luglio 2013

Per la serie "Non si finisce mai di imparare..."

Per la serie "Non si finisce mai di imparare...", dopo avervi mostrato le 4 acconciature che non conoscevo,  oggi voglio condividere con voi le mie ultime due scoperte in campo di accessori per capelli.
Innanzitutto dobbiamo ringraziare ancora una volta le nostre amiche giappo, che dopo averci deliziato con la frangia finta, ci deliziano oggi con questi due oggetti.

Iniziamo col primo:

Pensate che sia un semplice cerchietto con pettinino? Errore!
Proseguiamo con la seconda immagine con la modella, vediamo se capite a cosa serve 'sto coso.



Tutto chiaro?  Se vi può consolare io nemmeno dopo questa immagine esplicativa, nemmeno io  sono riuscita a capire a cosa servisse l'oggetto in questione.

Ma con questa sono sicura che capirete:



Praticamente il "cerchietto" non è altro che un supporto volumizzante per capelli!



E ora procediamo col secondo oggetto:



No, non è la classica "bolla" da muratore, anche se in un certo senso le due cose si assomigliano. 

Anche in questo caso procediamo con l'immagine esplicativa con modella:



Avete indovinato? E' un regola-frangia! Utilizzabile anche per regolare tutti i tagli scalati (basta sapere usare l'aggeggio...) come ci viene mostrato qui:



Non chiedetemi dove li ho trovati perchè non lo so, so solo che ci sono finita cercando delle immagini di acconciature.

Per la cronaca il cerchietto è in vendita a $ 23, mentre la "livella" è in vendita a  $6.20

E ora ditemi: potete ora pensare di riuscire a vivere senza questi due oggetti? E soprattutto, come avete fatto fino ad oggi?


venerdì 19 luglio 2013

Cornovaglia: il Minack Theatre

minack theatre, cornovaglia

Uno dei luoghi che più mi ha affascinato durante la vacanza in Inghilterra è stato il Minack Theatre. Ne avevo letto per caso qualche mese fa sul blog di un'amica, e l'idea di un teatro costruito a picco sul mare mi era sembrata molto carina.
Quello che non sapevo è che questo splendido teatro all'aperto (che è effettivamente in una posizione meravigliosa) è stato interamente ideato, voluto, costruito, e finanziato da una donna: Rowena Cade. Il teatro è tuttora attivo, e proprio mentre l'abbiamo visitato erano in corso le prove per la rappresentazione che si sarebbe tenuta la sera stessa.

Minack theatre, Cornovaglia

Rowena Cade nasce nel 1893 e trascorre un'infanzia agiata insieme alla sua famiglia nel Derbyshire. Al termine della prima guerra mondiale, dopo la morte del padre, la vita di Rowena cambia drasticamente ed è costretta a vendere la casa e alloggiare per qualche anno in affitto insieme alla madre in diverse città.  Alla fine degli anni '20 si trasferiscono definitivamente a Lamorna (in Cornovaglia, terra di origine della famiglia delle madre) dove Rowena per  per 100£ acquista un terreno sul quale farà costruire una casa per lei e la madre.
Il grande cambiamento nella vita di Rowena aviene nell'estate del 1929 quando a Crean, poco distante da dove abita,  viene rappresentato Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare.
Era un progetto molto ambizioso, se si considera che l'intrattenimento in Cornovaglia era stato fino ad allora molto "domestico" (poco più di qualche rappresentazione tra amici ospitati in case o giardini privati). Rowena prende parte all'organizzazione dello spettacolo (che viene rappresentato in un campo) disegnando e cucendo i vestiti per gli attori (per lo più amici e conoscenti). L'evento ha un grande successo e viene ripetuto anche l'estate successiva.
L'anno seguente si decide di rappresentare La tempesta e il giardino di Rowena, con le rocce a picco sul mare, sembra essere la location ideale.

Minack theatre, Cornovaglia

Rowena si mette al lavoro e in sei mesi, con l'aiuto di soli due uomini (il suo giardiniere e un apprendista) costruisce un palco nel giardino di casa. Nel 1932 ha luogo la prima rappresentazione al Minack Theatre: le luci di scena sono i fari delle auto parcheggiate e qualche lampada di Rowena, mentre la biglietteria è un semplice tavolino da pranzo collocato in giardino.
 Rowena inizia così, con l'aiuto di due sole persone, a costruire  il teatro aggiungendo pian piano qualcosa anno dopo anno. E' lei che si occupa di tagliare la pietra e trasportarla sulle gradinate, e successivamente di fare il cemento per le sedute che decorerà con intricati disegni celtici.

Minack theatre, Cornovaglia


Arriva la notorietà e il teatro diviene famoso, ma tutto venne interrotto dalla seconda guerra mondiale. Il terrreno su cui sorgono la casa e il teatro di Rowena sono lungo la costa sull'Atlantico: un punto molto vulnerabile per l'Inghilterra. L'intera costa viene disseminata di filo spinato e vengono sistemati dei posti di vedetta. Ma ciò non abbatte Rowena che periodicamente si infila sotto il filo spinato per tagliare l'erba del suo giardino. Rowena non se ne sta con le mani in mano nemmeno in quegli anni: aiuta i bambini sfollati a trovare sistemazioni tra le famiglie del luogo.

Minack theatre, Cornovaglia

 In pochi anni tutto il lavoro fatto da Rowena va in fumo. La guerra e l'incuria riducono il teatro in pessime condizioni. Ma Rowena non si dà per vinta e afinita la guerra ancora una volta si rimbocca le maniche e ricomincia a lavorare al suo teatro: viene  costruito il parcheggio, la scalinata dalla spiaggia e una strada d'accesso.
La casupola che fungeva da vedetta durante la guerra viene conservata e trasformata in biglietteria!
Anno dopo anno Rowena continuò a lavorare incessantemente al suo teatro.

Minack theatre, Cornovaglia


Continuò a costruirlo, modificarlo, decorarlo con dedizione fino al 1983, anno in cui morì.

Rowena Cade, Minack theatre, Cornovaglia
Rowena Cade

N.B. Le foto di questo post sono nei loro colori originali, non le ho modificate proprio perchè volevo rimanessero il più fedele possibile alla realtà (e anche perchè non ce n'era bisogno!).
Per saperne di più: QUI il sito del teatro


Trovi QUI tutti i miei post dedicati all'Inghilterra



giovedì 18 luglio 2013

Il blog della Ludo - La nuova era

La wedding planner l'ho poi trovata. Me l'ha consigliata la Maria Lucrezia, che è la wedding stailist flauer desainer incontrata quest'inverno al matrimonio della mi amica  Mary Ceci. Pensate che per il matrimonio della Mary Ceci era riuscita a trovare delle rose proprio del colore dello smalto Chanel che indossava la sposa. No dico, proprio la stessa tonalità di rosa. Mica facile dico. Per questo l'ho reclutata subito. La wedding planner che mi ha consigliato è vermente un amore: fa tutto quello che le chiedo, mi sta aiutando a trovare tutto quello che cerco, mi ha già fatto vedere 345 abiti diversi, abbiamo già provato 39 pettinature da 20 parrucchieri diversi, insomma mi sta veramente aiutando. Quasi quasi me la tengo anche dopo il matrimonio.
Ma la cosa più importante, che voglio assolutamente condividere con voi mie care tesore, è che abbiamo trovato la lochescion! E' leggermente fuori mano, ma è veramente meravigliosa! Lo so che poi ci sarà chi si lamenterà del fatto che è lontana, che ci vuole un sacco di tempo per arrivare, che poi il giorno dopo c'è chi si deve alzare presto per andare a lavorare, insomma i soliti lamentoni che hanno da dire per tutto, quelli ai matrimoni non mancano mai.
Ma soprattuto tesore mie, vi aspetto, voi davvero non potete mancare. Vi sono arrivate le partecipazioni?
Nel caso non vi siano arrivate vi metto qui il link della location, poi vi mando la cartina per come raggiungerla: Location matrimonio Ludo
 
 
La Ludo è una tardona parmigiana che ogni giovedì si intrufola in questo blog e scrive un post terapeutico come le ha consigliato lo psicologo. Si è separata l'anno scorso quando ho scoperto che il marito aveva una relazione con un giardiniere russo. Ha un negozio di intimo in centro, abita in centro e frequenta solo gente con i soldi.
 
Puoi seguire Banana e cioccolato anche su Facebook, Twitter e Bloglovin

martedì 16 luglio 2013

Un pensierino da una collega blogger

Qualche giorno prima di partire per le vacanze ho ricevuto un pacchettino dalla collega blogger Roberta di Hay Lin bau bau. Qualche settimana prima infatti avevo partecipato a un quiz sul suo blog e avevo indovinato la risposta. Roberta mi ha premiata con due pensierini veramente molto carini:
Sono un magnete di St. Moritz (souvenir delle sue recenti vacanze in montagna) e una presina gattosa acquistata in un banchetto dei volontari per gli animali.

Roberta mi ha sorpreso due volte: la prima volta quando mi ha scritto dicendomi che avevo vinto il quiz e che mi avrebbe mandato un pensierino. Nel quiz non si parlava di premi per i vincitori, e io ho partecipato proprio per sfidare la sorte. In un mondo blogger dove spesso e volentieri si fanno i giveaway per portarsi a casa più follower possibili (a volte con regole assurde e premi imbarazzanti) è veramente raro incontrare persone che ti premiano senza chiedere niente in cambio. 


La seconda cosa che mi ha stupita è stata quanto fossero azzeccati i due regali.
Il magnete infatti ha preso subito posto sul mio frigo insieme a tutti gli altri della collezione, mentre la presina... beh quella è a forma di gatto e come sapete io i gatti li adoro!




Quindi grazie veramente di cuore a Roberta e alla sua cagnolona blogger Hay Lin e ovviamente vi invito a visitare il suo blog Hay Lin Bau Bau!

Puoi seguire Banana e cioccolato anche su FacebookTwitter Bloglovin

lunedì 15 luglio 2013

Inghilterra del sud: terra di castelli, mare e scogliere!

Eccomi tornata dalle vacanze! Mi ci sono voluti un paio di giorni per riprendermi, fare un po' di lavatrici di panni sporchi, sistemare un po' di cose acquistate, scaricare le foto e finalmente eccomi, con un post tutto dedicato all'Inghilterra del sud (e questo è solo il primo, perchè ce ne saranno altri a breve).
I posti visitati in questi 15 giorni sono stati davvero tanti, e abbiamo visto un po' di tutto: castelli, cattedrali, paesini di pescatori, mare, brughiere... Non ci siamo fatti mancare proprio niente!

Ecco in breve cosa mi porterò nel cuore di questa vacanza in Inghilterra:


Le birre

Di birre ne abbiamo bevute parecchie... del resto, in un posto dove le birre sono così buone sarebbe stato un peccato non approfittarne!
A proposito di birre e pub, come dimenticare l'ubriaco che quella sera ci ha offerto una bottiglia di vino perchè gli avevamo tenuto d'occhio la giacca mentre lui giocava alle macchinette? Impossibile!




Tutti i b&b in cui abbiamo dormito... 

















Quelli belli, quelli bellissimi, quelli in cui sembrava di essere a casa, quelli così così... e pure quelli sporchi!


 Le coste frastagliate della Cornovaglia

La Cornovaglia è famosa per le sue coste frastagliate che creano dei paesaggi unici e indimenticabili. Qui sono sul sentiero che porta al castello di Tintagel, un castello costruito a picco sul mare, dal quale si gode di un panorama incredibile!


Le scogliere di Dover
Scogliere di Dover

Le famose scogliere di Dover non sono proprio bianche come me le aspettavo, ma sono comunque uno spettacolo della natura che merita di essere visto. Noi abbiamo fatto una bella "passeggiata" di un paio d'ore (in parte pure sotto l'acqua) sulle scogliere, ed è stata proprio fantastica.


Le bellissime cattedrali  gotiche

cattedrale di Wells

In Inghilterra ci sono tante belle cattedrali e abbazie ricche di storia. Tra le più belle e che abbiamo avuto la fortuna di visitare la cattedrale di Wells, quella di Rochester, di Canterbury e l'abbazia di Romsey.


I gabbiani malefici ...



... Che per poco non ci assalgono mentre mangiavamo tranquillamente il fish and chips su una panchina del porto a St. Ives.


Tutti i castelli visitati



Che io abbia una passione per i castelli ormai l'avrete capito, quindi anche in questa vacanza non ce ne siamo certo fatti mancare! In ordine cronologico abbiamo visitato i castelli di Hever, Chiddingstone, Rochester, Leeds, Dover, Bodiam, Arundel, St. Michael Mount, e Tintagel.




I bellissimi paesini di pescatori della Cornovaglia

Looe, Mousehole, Marazion, Polperro, Polruan, Fowey sono alcuni dei bellissimi paesini di pescatori della Cornovaglia che abbiamo visitato. E in alcuni casi abbiamo pure approfittato del bel tempo per passare un po' di tempo in spiaggia sotto il sole (niente bagno però, l'acqua era gelida!).


E per ultimo, le donne che ci hanno accompagnato durante questo viaggio: Agatha Christie (di cui abbiamo visitato Greenway, la casa delle vacanze), Anna Bolena (di cui abbiamo visitato il castello dove trascorse l'infanzia), Rowena Cade (la donna che volle, ideò e costruì il Minack theatre), e Jane Austen (di cui abbiamo visitato la casa a Chawton). Ma di questo ve ne parlerò nei prossimi post!




Trovi QUI tutti i miei post dedicati all'Inghilterra