venerdì 6 settembre 2013

I suoni dei miei viaggi

Spesso in viaggio e nella vita non diamo importanza ai suoni, siamo così impegnati a correre di qua e di là e sopraffatti dalle immagine da non ascoltare ciò che ci circonda.
Ci sono volte però in cui i suoni e i rumori prendono il sopravvento, e si fanno sentire così prepotentemente che è impossibile ignorarli. Ed è il caso di questi suoni che ho scelto per meglio rappresentare I suoni dei miei viaggi.


I gabbiani (e le loro urla)
gabbiano
Esemplare placido di gabbiano,ma non fatevi ingannare dall'apparenza.
Se ne stanno ovunque e ti fissano con quegli occhi gialli che al confronto
 gli uccelli di Hitchcock sembrano dei passerotti...
I gabbiani o sigalli come li chiamiamo noi (storpiando la parola inglese seagull che significa appunto gabbiani) emettono un verso che per me è odioso. Sarà che in qualsiasi paesino o città che si trova sulla costa della Gran Bretagna (che ricordo è un'isola, quindi di costa ce n'è parecchia) ti ritrovi stormi di gabbiani che urlano, cagano, e cercano pure di rubarti il mangiare di mano (quest'estate ho assisito a una ragazza assalita da un gabbiano che le ha strappato il panino dalle mani), o sarà per quel verso odioso che ti accompagna dal mattino appena ti svegli fino a sera quando ti corichi. Non so, ma di sicuro so che il verso del gabbiano non lo sopporto più!


Le fragorose cascate del Niagara

Le cascate del Niagara (lato Usa) durante la nostra ormai lontana vacanza del 2005
Chiunque abbia visto una cascata sa benissimo quanto sia fragoroso il rumore dell'acqua che scende. Immaginatevi quindi il rumore che può produrre una cascata con una portata di 168.000 m3 al minuto. Non aggiungo altro!

Il traffico di New York
 new york time square

Ecco lo so, il traffico non è propriamente un suono piacevole. Però quando ti ritrovi a Manhattan, dopo aver visto milioni di film e di puntate di telefilm ambientati in quella città, e dopo aver sognato per anni di andarci, d'improvviso di rendi conto che pure il traffico lì ha un sono gradevole. I clacson delle auto, le sirene dei vigili del fuoco, quelle della polizia, delle ambulanze, tutto questo ti fa rendere conto di essere a Manhattan e in nessun altro posto al mondo. E d'incanto anche il rumore del traffico diventa bello!

Con questo post partecipo all'iniziativa I suoni dei miei viaggi del blog Viaggi e baci

24 commenti:

Audrey Borderline ha detto...

Adoro, adoro, adoro...hai scelto delle immagine favolose e devo dire che non saprei quale scegliere...le Cascate del Niagara sono bellissime, le amo da sempre e non sai quando vorrei vederle dal vivo.Il traffico di New York, una soave melodia , perchè anch'io dopo film, telefilm e roba varia vorrei tanto godermela appeno, traffico incluso. In fine i gabbiani, ecco la foto in comune ahuahuahuahua vero, in Inghilterra sono ovunque ;)
un abbraccio e w i suoni/rumori dei nostri viaggi

Eclisse OttantaTre ha detto...

poveri gabbiani urlanti!! io invece non tollero minimamente il frinire delle cicale!!! mi urtano i nervi!! bellissime immagini moooolto suggestive!!! ^_*

penelope ha detto...

e pensare che prima di leggere il tuo post i gabbiani mi stavano simpatici!!!ora li ho rivalutati! ciao e buon finesettimana!

Antonella S. ha detto...

Bellissime fotografie e molto belli i suoni dei tuoi viaggi, soprattutto il rumore delle cascate. Sui gabbiani concordo...il loro verso è insopportabile!

Buon fine settimana.
Antonella

RobbyRoby ha detto...

ciao
bellissime fotografie.
La mia preferita sono le cascate del Niagara.

Silvia ha detto...

@Audrey: le cascate del Niagara sono un vero spettacolo della natura, vedrai che riuscirai ad andarci anche tu :-)
@ Eclisse: è vero, anche le cicale sono abbastanza odiose!
@ Penelope: anche a me una volta stavano simpatici...
@ Antonella e Robby: grazie!

La Parigina ha detto...

Davvero sono così rumorosi e aggressivi i gabbiani O.o pensare che mi piacciono tanto, ma non li ho mai visti in quelle circostanze fastidiose. Bhè comunque brava, mi piacciono i suoni che hai scelto, ottime le descrizioni!

followingyourpassionSimona ha detto...

Posso solo immaginare l'emozione di stare nel centro di Manhattan e immaginarsi di essere dentro ad set di qualche film. Che meraviglia...
I miei suoni sono un pò diversi:
- le cicale e i grilli no stop!
- le onde del mare
- i fuochi d'artificio in lontananza
Un bacio!
Following Your Passion
Following Your Beauty
FYP @Twitter
FYP Facebook Page
FYP on Bloglovin'

Daisy ha detto...

Ciao! grazie per il commentino nel mio blog ^_^ Anche i tuoi suoni sono stupendi! Certo che hai viaggiato parecchio! New York... @_@ chissà se avrò mai occasione di vederla! Comunque il tuo blog ha un nome bellissimo perchè io amo la banana col cioccolato :-P slurp!
PS. ebbene sì, ho la fortuna di avere il mare sotto i miei occhi, per tutto l'anno! :-) con conseguente invasione di zanzare! :-D ihihih!!! alla prossimaaaa!! :-*** kisses!!

Barbi ha detto...

sai che x me il traffico invece ha un suono piacevole? non quello dell'autostrada, ovvio, ma fossi a manhattan o in centro di una metropoli lo adorerei!!

un bacio

L'ARMADIO DI VENERE

L'ARMADIO DI VENERE FACEBOOK PAGE

la vita secondo Vale ha detto...

Io ho subito pensato al rumore delle onde del mare :)))) condivido i tuoi suoni, però i gabbiani sono più simpatici di tutti gli uccelli che popolano i luoghi lontani dalle coste

Rosa ha detto...

ciao Silvia, bell'argomento i suoni,e' vero tante volte non si si fa caso, impegnati nel tran tran giornaliero, ma quando siamo piu' rilassati ed in condizioni vacanziere, diventano protagonisti dei nostri pensieri, complimenti per le immagini bellissime, buona domenica a presto rosa, baci.)

Federica ha detto...

i gabbiani... tanto carini da vedere quanto da strozzare da ascoltare!

Silvia ha detto...

@ La Parigina: anche a me i gabbiani stavano simpatici un tempo..
@ Simona: beh, le onde del mare sono un suono fantastico!
@ Barbi: a Manhattan tutto è bello, persino il traffico...
@ Rosa: grazie cara, buona domenica anche a te!
@ Vale: mi dispiaca ma sui gabbiani non sono d'accordo, per me sono il peggio del peggio!
@ Fede: esatto!

viaggi e baci ha detto...

cara Silvia,
ma sai che mi hai spiazzato con questo post? Normalmente io associao i suoni della natura a una sensazione di piacere e i rumori della città allo stress e all'insofferenza. Tu invece hai capovolto tutto, regalando una prospettiva inedita per l'iniziativa di questo mese. Quindi un bis di grazie ;)
Monica

Annalisa Guarelli ha detto...

Brava! Anche tu, come me, ti sei concentrata più sui rumori molesti che sui suoni melodici. Ma che belle foto e che bei posti (anch'io ho citato New York...)

Silvia ha detto...

@ Monica: normalmente anch'io la penso come te, ma forse questa volta sono riuscita a trovare le due uniche eccezioni (per me ovviamente)!
@ Annalisa: grazie! Il verso del gabbiano per me è senz'altro un rumore molesto :-)

Strawberry ha detto...

Suoni spettacolari! Che invidia soprattutto l'ultimo! ;-D

Non ne ho mai visti troppi da pensare che il loro verso fosse fastidioso, ma quando sono un po' in effetti sanno essere molesti!

-the princess- ha detto...

Una parola.... semplicemente una parola: MERAVIGLIAAAAAA!!!!!!!

Ciao,

un abbraccio!!

vagabondele ha detto...

bellissime le foto e fantastica l'immagine che hai descritto del gabbiano che fa concorrenza ai pennuti di Hitchcock!!! (neppure io li sopporto più, dopo che uno di loro si è fregato i miei salatini in un bar a Porto Venere :-<)

viaggi e baci ha detto...

Ciao Silvia,
non riesco a scaricare l'immagine per il post di lunedì e non capisco il motivo. Me le puoi mandare tutte e tre (per non rovinarti la sorpresa di quale sceglierò) a viaggiebaci@gmail.com
Grazie

Beat ha detto...

...a me mancano le cascate del Niagara...spero di provvedere non troppo tardi! Per il resto condivido che i gabbiani al di lá delle immagini metaforiche legate alle loro ali, alla libertà, alla voglia di volare...sono una gran rottura di palle :D che belle foto e bei posti. E sì, confermo, il traffico di NY ha un altro "sapore" rispetto a quello di San Giovanni a Roma!!

Beat ha detto...

...ma anche tu ricordi i tipi che a Las Vegas lasciavano volantini per locali hard??? :D

Silvia ha detto...

@ Strawberry: altro che molesti... diventano delle iene!
@ The princess: grazie!
@ Vagabonele: allora tu mi capisci!
@ Monica: ti ho mandato le foto via mail!
@ Beat: io non li avevo incontrati, ma ci sono stata ormai 5 anni fa, è passato un po' di tempo!