domenica 6 gennaio 2013

San Francisco bay, pass Pier 39...


"San Francisco bay, pass Pier 39... "
E' così che inizia la canzone "Hava a nice day " degli Stereophonics (a proposito, che fine hanno fatto? A me piacevano un sacco), e proprio del famoso Pier 39 e della baia di San Francisco oggi vi voglio parlare.


Il pier 39 non è altro che il molo 39 (lo so, la parola "molo" non ha per niente il fascino della parola "pier"): un molo molto famoso per racchiudere in poco più di qualche centinaia di metri un scco di negozietti, fast food, e divertimenti vari. Insomma, un piacevole modo per trascorrere qualche ora in San Francisco, lontano dal caos della city.
Dal Pier 39 partono i tour per gli avvistamenti delle balene, le mini crociere per la baia di San Francisco, il noleggio di barche a vela, snza contare poi l'Aquarium, il carosello, i negozi e soprattutto il centro avvistamento dei leoni marini, che spesso e volentieri frequantano proprio il Pier 39!
Non ci credete? Guardate qui:
Poco lontano dal Pier c'è poi il famoso Ghirardelli. Famoso per gli americani, perchè almeno io, prima di andare a San Francisco il cioccolato Ghirardelli non l'avevo mai sentitio nominare, ma là è una vera e propria istituzione, un po' come il cioccolato Godiva qua in Europa (anche se io prima di mettere piede in Inghilterra non conoscevo nemmeno il Godiva).
Il Ghirardelli è una vecchia fabbrica di cioccolato (un po' come quella di Willie Wonka) costruita proprio sulla baia nel lontano 1893 dal fondatore cioccolataio Domingo Ghirardelli. Nel 1960 la fabbrica venne vendua e trasferita, ma l'intero quartiere venne acquistato da un facoltoso William Roth per preservarlo dalla costruzione di grattacieli che avrebbero rovinato questo quartiere ormai diventato storico. Nel 1982 entrò definitivamente a far parte del National Register of Historic Places e quindi preservato da futuri scempi architettonici. Oggi il Ghirardelli square è un resort della catena Fairmont ed è uno dei luoghi più famosi di San Francisco, dal quale si gode di un meraviglioso panorama della famosa baia.
A poca distanza dal Ghirardelli Square c'è il capolinea della linea Hyde Street del  famosissimo cable car (i tram di San Francisco, quelli che si vedono nei film per intenderci). Per un turista a San Francisco un giretto sul cable car è d'obbligo! E la cosa bella è che il capolinea di un cable car, non è come il capolinea di un tram, perchè l'autista ferma il cable car su un'apposita piattaforma circolare, scende, gira il cable car di 180°, e poi risale dall'altra parte!



P.s. l'unica foto fatta sul Pier 39 durante la nostra vacanza in California non era degna di essere messa sul blog... Quindi per stavolta ho dovuto sopperire alla mancanza reperendo foto in rete.



Puoi seguire Banana e cioccolato anche su FacebookTwitter Bloglovin

5 commenti:

Violet ha detto...

oddio che sogno!!!!
io prima o poi ci andrò, anche a costo di poi finire a mendicare per strada e dormire sotto i ponti...!!
adesso poi mi metterò a fare ricerca sugli Stereophonics, piacevano tanto anche a me e li avevo quasi rimossi...

Silvia ha detto...

Sono sicura che riuscirai ad andarci Violet! Ne vale proprio la pena, perchè San Francisco è molto bella. E alla fine, a parte il volo, là non è che si spenda tantissimo (poi ci sono sempre fast food e motel, quindi se non si vuole spendere tanto ci si riesce tranquillamente).Quando poi scopri che fine hanno fatto gli Stereophonics dimmelo perchè sopno curiosa!

Monica Nardella ha detto...

noooooooooooooooooooooo ci voglio andareeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!! Credo che il 2013 mi regalerà NY (dita incrociate!) ma... San Francisco è nella mia wish list da mooooooooooolto tempo!

Kylie ha detto...

In tutti i reportage da San Francisco ci sono questi posti. Davvero affascinanti.

Buon martedì!

Silvia ha detto...

@ Monica: ti auguro allora di partire per NY nel 2013! Sono due città molto diverse tra loro, ma entrambe belle!
@ Kylie: il Pier 39 in effetti è un classico di San Francisco.