giovedì 8 novembre 2012

Il blog della Ludo


Mentre vi scrivo, la borsa Luis Vuitton col pelo giace finalmente sulle mie ginocchia con Ercolè dentro. Non ho fatto in tempo a portarla a casa che lui ci si è infilato dentro come un canguro nel marsupio. Sarà il pelo lungo, sarà che sente l’odore della capra (della borsa), ma non c’è verso di farlo uscire. Tesore, sono troppo contenta dell’acquisto. Ho fatto proprio bene ad andare in negozio, le commesse sono state così carine, e mi hanno fatto vedere un sacco di cose belle alle quali non ho saputo resistere. Alla fine sono uscita dal negozio con la borsa, un portachiavi, un portafoglio, due bauli, un beauty e 3 foulard.  Mi hanno anche spiegato che la mia borsa ha un nome, si chiama Transsibérien beg, che il pelo è di una rara capra che cresce solo nella foresta amazzonica e si nutre esclusivamente di lumache monocorno senza bava, e che per quello che costa è veramente un affare. Cioè praticamente è quasi un sottocosto, se si considerano i materiali di pregio e un sacco di altre cose. Insomma, ho fatto proprio un affarone perché una borsa del genere a 5.000€ è quasi regalata!

La Ludo è una tardona parmigiana che ogni giovedì si intrufola in questo blog e scrive un post terapeutico come le ha consigliato lo psicologo. Si è separata l'anno scorso quando ho scoperto che il marito aveva una relazione con un giardiniere russo. Ha un negozio di intimo in centro, abita in centro e frequenta solo gente con i soldi.

Nessun commento: