giovedì 11 ottobre 2012

Il blog della Ludo


Quest’anno ho deciso che Gian deve cominciare a svegliarsi un po’. Ormai è in quarta elementare e deve essere autosufficiente. Io sono una mamma single imprenditrice e pure a caccia, quindi non ho tutto questo tempo da stargli dietro. Quest’anno non andrà più a scuola in taxi come l’anno scorso, ma ho deciso che ci andrà in bici. Gliene ho comprato una bellissima tutta rosa, e gliel’ho decorata io personalmente con piume e frange come detta la moda del momento (ovviamente). Chissà che invidia i suoi compagni quando lo vedranno arrivare a scuola in sella al due ruote super fashion! Gli ho pure fatto montare il cestino foderato in raso rosa con degli uccellini ricamati. Sempre parlando di scuola, l’altro giorno c’è stata la consueta riunione scolastica di inizio anno, ma io non avevo tempo e ci ho mandato la Prima. E ho fatto molto male, perché mi ha detto che quest’anno Gian ha in classe la figlia del primario di Chrurgia estetica della Clinica Donna Bella. Che tra l’altro mi risulta essere divorziato e pieno di pila e ha pure una casa a Cortina e una in Sardegna. Altro che il papà di Gianantonio, questo sì che me lo devo curare!

La Ludo è una tardona parmigiana che ogni giovedì si intrufola in questo blog e scrive un post terapeutico come le ha consigliato lo psicologo. Si è separata l'anno scorso quando ho scoperto che il marito aveva una relazione con un giardiniere russo. Ha un negozio di intimo in centro, abita in centro e frequenta solo gente con i soldi.

3 commenti:

Arim ha detto...

Ussignur povero Gian!!

la Cri ha detto...

Forse, per Gian, era meglio continuare ad andare a scuola in taxi.. :)

Silvia ha detto...

Secondo me Gian deve espiare le colpe per avere una madre come la Ludo!