domenica 3 giugno 2012

Racconto: Complicate convivenze tra dei e pennuti

Complicate convivenze tra dei e pennuti

Ermes se ne andava in giro col suo gallo a consegnare messaggi. Era il postino ufficiale del monte Olimpo, e con quel fisico da dio che si ritrovava, era l’idolo di tutte le casalinghe che aspettavano in trepida attesa l’ora della consegna della posta. Da quando era entrato in servizio, la corrispondenza era vertiginosamente aumentata. Sarà stato forse perché il messaggero olimpico indossava solo il cappellino alato e niente più? Chi lo sa. Fatto sta che una delle più intense fruitrici della posta olimpica era Atena. Atena abitava in una grande villa ai piedi del monte Olimpo ed era una gran bella donna, dal fisico statuario che mostrava spesso e volentieri attraverso la sua succinta armatura.
Scriveva lettere e lettere alle amiche dee, ai parenti, ai conoscenti: lettere di ringraziamento, lettere di presentazione, lettere di raccomandazione, lettere di cortesia. Qualsiasi scusa era buona per scrivere lettere. Siccome Atena era molto pigra, aveva richiesto un servizio speciale delle poste che prevedeva il ritiro al domicilio del mittente. Praticamente Ermes era sempre a casa sua. E prendi un aperitivo una volta, e prendi il caffè un’altra, presto Ermes si trovò nel letto di Atena.
Il dio alato non si separava mai dal suo galletto, né Atena dalla sua civetta. Si diceva che la civetta di Atena portasse fortuna a chi la accarezzasse, così come il gallo di Ermes a chi aveva la fortuna di sentirlo cantare all’alba. Molte donne avrebbero voluto udire il canto del gallo di Ermes, e molti uomini avrebbero voluto accarezzare la civetta di Atena. Ma fatto sta che solo Atena sentiva cantare il gallo di Ermes, e solo Ermes poteva accarezzare la civetta di Atena. Ma come sapete la civetta vive di notte, e il gallo si sveglia all’alba: la convivenza non poteva durare.
Una mattina la civetta, stanca di essere svegliata dal canto del gallo, gli si avventò contro azzannandolo alla giugulare. Il gallo si difese cercando di beccarla in testa. I due fecero un gran baccano: si rincorrevano per le stanze urlando come dei pazzi, travolgevano tutto quello che trovavano sul loro percorso, penne e piume volavano per tutta la casa. Ermes e Atena corsero a separarli e nella mischia, e ne uscirono pieni di graffi, lividi, unghiate e beccate sparse per tutto il corpo.
La storia dell’azzuffata tra il gallo di Ermes e la civetta di Atena fece in breve il giro del monte Olimpo. In tutte le case e in tutti i templi non si parlava d’altro. Le dee avrebbero voluto volentieri trovarsi al posto della civetta di Atena, in una lotta corporea col gallo di Ermes, e gli uomini avrebbero volentieri voluto trovarsi a faccia a faccia con la civetta di Atena.
Ma nemmeno il combattimento tra i due animali riuscì a separare la coppia: l’amore di Ermes e Atena era più forte dell’odio tra i due animali: la civetta venne liberata e si stabilì su una quercia del cortile, dalla quale poteva osservare Atena ogni volta che voleva, mentre il gallo trovò la sua perfetta collocazione nel pollaio, dove contornato da uno stuolo di galline adoranti si sentiva un vero re. D’altronde, l’amore trionfa sempre.

A ricordo di questa avventura vennero erette due statue in onore della coppia di dei più bella dell’Olimpo: Ermes è rappresentato nell’atto di prendere il gallo per il collo, mentre Atena lancia un vaso contro la civetta. Purtroppo negli anni le statue hanno subìto delle amputazioni, la civetta e il gallo sono andati persi e le statue sono state separate. Ma per fortuna io sono riuscita a trovarle!

Ermes  nell’atto di prendere il gallo per il collo

Atena mentre lancia un vaso contro la civetta


7 commenti:

Arim ha detto...

Tantissimi auguri allora!!
grazie per il racconto, bello come sempre!

ti sei sposata lo stesso anno di mia sorella e lo stesso giorno di mio cugino. =)

katiu ha detto...

Augurissimi!

Strawberry ha detto...

Augurissimi per l'anniversario e complimenti per la bella storia che ci hai regalato! ;-)

Silvia ha detto...

Grazie a tutte voi! Oggi abbiamo festeggiato l'anniversario al mare, è stata una bellissima giornata.

Color-Block ha detto...

auguriii..
stupendo questo post..
ho scoperto il tuo blog per caso e mi piace davvero tanto..
nuova follower
baci
http://color-blockbyfelym.blogspot.com

Silvia ha detto...

Grazie mille, sei troppo gentile!

Isotta ha detto...

Auguri in ritardo!
Splendido racconto...un bacio!