giovedì 15 marzo 2012

Il blog della Ludo

L’altra sera con la Cicci abbiamo portato la Titti al Giappo. Io al Giappo ci sono già stata tante volte, ma sinceramente preferisco andare a Milano, perché i Giappo di Milano sono tutta un’altra cosa. E poi qua a Parma ci sono i camerieri cinesi, mentre a Milano sono giapponesi (lo so, li riconosco dall’accento). Comunque, ho voluto accontentare la Titti visto dato che insisteva tanto. Inutile dire che per l’occasione mi sono vestita a tema: ho trovato in un negozietto del centro un vestito vintage che ho un po’ riadattato. E’ in raso rosso con dei decori in oro, ma era decisamente troppo accollato per me! Ho voluto mantenere il collo alla coreana che secondo me era il suo bello, quindi l’ho dovuto tutto far aprire nella schiena per renderlo un po’ più sexy. Così dal davanti è un normale abito orientale, ma dietro è tutta un’altra cosa… La serata però non è stata un gran che. Innanzitutto ci hanno messo nel tavolo proprio davanti all’entrata. Subito ho pensato: che figata, mi metto di spalle così tutti quelli che entrano vedono il mio abito meraviglioso con la schiena tutta nuda che fa molto sexy. E infatti così ho fatto, solo che quando si apriva la porta entrava l’aria gelida, e non ho goduto molto... Poi non mi hanno voluto portare le posate, non c’è stato verso. C’erano le bacchette e si doveva mangiare con le bacchette. E così mi sono dovuta arrangiare, infilzando la roba a mo’ di spiedino. Oltretutto il menù non aveva le foto, quindi abbiamo dovuto ordinare tutto alla cieca. A me è capitata la zuppa all’uovo e il Sushi california: sono uscita che avevo più fame di quando sono entrata. L’unica cosa bella delle serata è stato il bagno che era bello caldo e aveva le luci colorate (sembrava di essere alle terme di Monticelli nella sala della cromoterapia). Morale: lo so che non dovrei dirlo perché sono una donna di gran classe, e io certi posti non li frequento, ma la prossima volta vado a mangiare torta fritta e salume in trattoria!


La Ludo è una tardona parmigiana che ogni giovedì si intrufola in questo blog e scrive un post terapeutico come le ha consigliato lo psicologo. Si è separata l'anno scorso quando ho scoperto che il marito aveva una relazione con un giardiniere russo. Ha un negozio di intimo in centro, abita in centro e frequenta solo gente con i soldi. Trovi il blog della Ludo anche su Parmatoday


7 commenti:

Violet ha detto...

hahah io al giapponese non ci vado, perchè non mi piace il sushi, al massimo vado a cinese/giapponese insieme,però ci sono posti in cui le stesse cose sono totalmente diverse!

Nelly ha detto...

Beh... la prossima volta puntate veramente ad andare in una trattoria!! :) Anche a me piace il sushi però la cucina italiana è tutta un'altra cosa :)
Buona serata !
Nelly

LoveIs ha detto...

ahaha!!Stavolta sono proprio d'accordo con la Ludo...W le trattorie :)

Silvia ha detto...

La Ludo non lo ammetterà mai, ma secondo me anche lei ogni tanto va in trattoria!

Irene Pazzaglia ha detto...

Mi piace come scrivi, mi hanno subito appassionato le avventure di questa Ludo!:)Molto carina l'idea del blog della "tardona parmigiana"!
Io sono una fanatica della pizza,quindi piuttosto che la trattoria le consiglierei una bella pizzeria!:)
Ciao, buona serata!Irene
http://ilsoletraglialberi.blogspot.com

Make Up e Oltre... ha detto...

ahaha sei simpaticissima!!

Silvia ha detto...

X Irene e Make up e Oltre: grazie, ho fatto un giro sui vostri blog e sono molto belli!