venerdì 10 febbraio 2012

Dalla nostra inviata a Londra… la recensione del ristorante Petrus di Gordon Ramsey!

Era già da qualche settimana che aspettavo di poter fare questo post su uno dei ristoranti londinesi di Gordon Ramsey, precisamente da quando la mia collega Mary mi ha detto un giorno davanti alla macchinetta del caffè: “Ma sai che vado al ristorante di Gordon a Londra?” Immaginatevi la mia faccia tra lo stupito e l’invidioso…

Il mitico Gordon Ramsey

Eccovi quindi la recensione della mia cara collega Mary sul ristorante PETRUS DI GORDON RAMSAY!
Finalmente ,dopo ben 8 anni ,sono tornata nella mitica e superenergica Londra!!! Questa volta però ho voluto fare un'esperienza un po' diversa rispetto alle classiche londinesi...Mi sono voluta regalare una cena in uno dei ristoranti del mitico Gordon Ramsay...!!!
Il ristorante in questione è il "Petrus",fermata della metro di Knightsbridge, la stessa di Harrods...Infatti il locale si trova a poche centinaia di metri dal noto "shopping center" ma in una stradina un po' più defilata e per questo molto tranquilla...
Che dire...esperienza divina!!! Appena si entra si viene accolti da un ambiente accogliente e raccolto, ma contestualmente anche molto moderno... Al centro della saletta (saranno circa una ventina di tavoli) troneggia un cilindro gigante e trasparente contente tutta la cantina dei vini rossi...L'effetto ottico è strabiliante, centinaia di bottiglie sdraiate su queste scaffalature trasparenti che arrivano fino al soffitto..! 

La cantina a vista del Petrus

Veniamo accolti subito da una ragazza super sorridente che ci prende le giacche e ci fa comodare al nostro tavolo. Dopo averci portato il menu e aver capito che siamo italiani, x metterci da subito a nostro agio ci mandano Pasquale il maître italiano... Sì perché in realtà questi ragazzi non sono semplici camerieri ma tutti maître di sala e sommelier... La cosa poi che balza immediatamente all'occhio è che sono tutti giovanissimi...L'età media sarà stata massimo intorno ai 30 anni.  Tra l'altro il maître in lingua ,a seconda della nazionalità del cliente è una prerogativa del locale... Dietro di noi avevamo una coppia di ragazzi tedeschi a cui era stato assegnato un maître che parlava appunto il tedesco... Devo dire che anche da queste cose si misura la professionalità di un locale, anche perché obiettivamente le pietanze erano abbastanza articolate e anche sapendo un po' l'inglese non sempre era facile capire bene quello di cui si componevano i piatti. Fatta questa premessa andiamo avanti. Prima di iniziare ci viene chiesto se gradiamo un aperitivo e ci portano due spremute d'arancia (non escludo che fossero andati in Sicilia in giornata a raccoglierle perché erano buonissime...succose e dolci...) e delle mini polpettine di patate e pesce così giusto per stuzzicare l'appetito(anche queste super buone). Terminato l'aperitivo, ci spiegano come funziona la scelta dei menù. Ce ne sono di due tipi :uno di 5 portate (che vengono scelte tra decine di alternative...ce n’è per tutti i gusti!) e che comprende il cambio del vino ad ogni portata con annesso sommelier, il tutto al prezzo di £ 95 escluso il bere, e poi c'è quello economico (si fa per dire!!!) che comprende un menù di 3 portate (antipasto piatto principale e dolce) e che costa £65 sempre ovviamente escluso il vino. Naturalmente noi abbiamo optato per il secondo... Mio marito ed io da subito avevamo deciso che ci saremmo "lanciati" sul pesce e così è stato. 
La sala del Petrus di Gordon Ramsey

Come antipasto abbiamo preso un carpaccio di polipo con cubetti di arance di Sicilia (sempre quel prese in giornata a Siracusa...), capperi, ed una salsina al ginger... Aveva la consistenza della maionese ma moooolto più delicata...Beh se ci penso, ancora mi vengono le lacrime agli occhi dall'emozione!!! Semplicemente divina! Come piatti principale prendiamo il filetto di halibut, un pesce norvegese dalla carne bianchissima, che ci viene servito annaffiato da una salsina al cedro con ,a parte, dei broccoli e delle patate che definire arrosto sarebbe riduttivo e anche un po' offensivo... Erano ovali completamente avvolte da un crosticina croccantissima. Dimenticavo: tra una portata e l'altra ci portano il piatto a sorpresa dello chef.. nel nostro caso si tratta di una polpettina di tartare di manzo su salsa alla mostarda (che detta così fa un po' schifo ma vi assicuro che era da urlo!). Per finire prima di servirci il dessert ci portano, sempre offerto dalla casa, 2 mini coni gelato con all'interno una crema tipo chantilly ma che nascondeva una simpatica sorpresa...Mangiandola scoppiettava!!!! Sì tipo quelle caramelle che quando si sciolgono frizzano...ricordate??? E x terminare dolci: mio marito prende un creme caramel con salsa di pere(l'ho assaggiato ovviamente squisito)ed io un cilindro di cioccolato bianco con mousse al caffè e gelato al mascarpone...Senza commenti...Non renderebbero comunque l'idea! 

La sala del Petrus di Gordon Ramsey

Tutte queste portate annaffiate da un ottimo bordeaux francese che ,a detta del sommelier, aveva un forte gusto di peperone e foglia di pomodoro...confesso che la mia ignoranza in materia non mi ha permesso d'individuare questi sapori...però era squisito. Per concludere la serata il nostro maître Pasquale ci fa visitare la cucina e conoscere lo chef...Anche lui giovanissimo, pensate solo 28 anni! Tra l'altro c'è anche la possibilità di prenotare lo chef table, vale a dire un tavolo apparecchiato nelle cucine dal quale si può ammirare la preparazione dei piatti.

Beh che dire, esperienza assolutamente irripetibile e da consigliare a  chiunque si voglia far "coccolare" spirito e  palato...!!!!
Alla prossima!

3 commenti:

Strawberry ha detto...

Mitico!!! ma allora Gordon è davvero quel maestro che ho sempre pensato fosse...e tutti i suoi collaboratori devono essere al suo livello...me lo segno che voglio andarci anche io! :-D

Silvia ha detto...

Anch'io l'ho segnato....ma purtroppo non ho in previsione viaggi a Londra :-(
E' un po' caro, ma secondo me ne vale la pena! E poi se magari quella sera ci fosse anche lui a girare tra i tavoli...

Lauren V ha detto...

ciao silvia! ho creato una nuova sezione nel mio blog sul vintage, mi piacerebbe molto una tua opinione, passa a trovarmi ;)