lunedì 21 febbraio 2011

I love Charity Shop!

Da quando ho scoperto i Charity Shop, ogni volta che vado (o meglio, dovrei dire “torno”) nei paesi britannici che tanto amo, non perdo occasione per visitarne qualcuno. Cosa sono i Charity Shop? Sono dei negozietti gestiti da enti benefici dove ognuno può portare e/o acquistare materiale usato. Il ricavato viene poi devoluto in beneficenza. Ci si trova di tutto: abbigliamento, accessori, libri, cd, dvd, soprammobili e piccoli elettrodomestici.
 Alcuni vendono anche materiale nuovo (ancora imbustato) donato da negozianti. I più famosi Charity Shop sono quelli della Croce Rossa, della Ricerca per il cancro, dell’associazione Veterinari e della Salvation Army, ma ce ne sono tantissimi altri. In Scozia quasi ogni paesino ha il suo Charity Shop (generalmente il tipico paesino scozzese ha 1 pub, 1 minimarket e 1 charity shop), mentre in Irlanda non ne avevo trovati molti. Io ogni volta che ne vedo uno mi fermo a guardare la vetrina, e qualche volta ho anche fatto degli acquisti: un libro usato (“Il diario di Bridget Jones”), una bellissima coppia di tazze da thè con piattini in perfetto stile british (queste le tengo per le grandi occasioni), un bicchierino da liquore (il capostipite della collezione) e una tazza con la bandiera scozzese. A volte si trovano degli accessori vintage molto carini. Ho anche sentito per radio che spesso la Victoria Beckham dona vestiti e scarpe ai Charity Shop!
L'idea di “donare” qualcosa che non si usa più, mi piace proprio molto. D’altronde quei pochi spiccioli che guadagno dalla vendita di oggetti usati non mi cambiano la vita, allora tanto vale donare e magari spendere qualche soldino in più sapendo che va in beneficenza!
 
P.s. Il Charity Shop prescelto per la prossima visita a Londra è:
Octavia Housing Trust Charity Shop
57, Kensington Church St, Kensington, London, W8 4BA
Ma non mancherò certo di fermarmi davanti alle vetrine di tutti gli altri che incontrerò lungo la strada!

domenica 20 febbraio 2011

I miei primi tortelli dolci

Oggi ho cucinato i miei primi tortelli dolci (al forno). Sono veramente soddisfatta di come sono venuti, e oltre ad essere buoni, devo dire che sono anche discretamente belli (nonostante mi sia scordata di prendere lo stampo da mia mamma e quindi abbia dovuto rimediare con uno stampo per crostatine...). Ne ho fatti un po' con la marmellata poi, una volta finita la marmellata, ne ho fatti con la Nutella. Inutile dire che Luca si mangerà quelli con la marmellata e io quelli con la Nutella...(come sono stronzetta)! Ovviamente quelli con la Nutella hanno un chiaro segno distintivo (con la sfiga che ho quando mia mamma li faceva ed erano misti, io beccavo sempre e solo quelli con la marmellata).
Adesso devo trovare il modo per autonascondermi la Nutella. La devo mettere in un posto raggiungibile solamente con lo sgabello, in modo che quando mi verrà voglia e l'andrò a prendere, dovrò essere cosciente di ciò che sto facendo (un po' come in "Quando la moglie è in vacanza" , nella scena il cui lui si nasconde le sigrette sopra la libreria....).

venerdì 18 febbraio 2011

Burlesque

Ieri sera sono andata a vedere “Burlesque”: molto carino.


Ovviamente non si va a vedere un film del genere per la trama, ma solo per vedere cantare e ballare due star del calibro di Cher e Christina Aguilera. Sono due delle mie cantanti preferite (anzi, forse proprio le mie preferite) e non potevo certo lasciarmi scappare quest’occasione! Hanno delle voci stratosferiche e, sono due camaleonti! Quanti look hanno cambiato nel corso degli anni? Ed in ogni loro look erano sempre perfette.


Va beh che sono due belle donne, ma qui hanno abbondato di fotoritocco! Notare il caschetto della Aguilera!


Il mio mito: Cher

Cher è una delle mie cantanti preferite. Ma lei non è solo cantante, è attrice, ballerina e vera diva! Il primo ricordo che ho di lei è mentre balla seminuda sulla portaerei piena di marinai nel video di “If I could turn back time”.
Cher nel video di "If I could turn back time"
Obiettivamente era un video che non si dimentica tanto facilmente…. Ma oltre al bellissimo abito che indossava (io ai tempi avevo 12 anni e si può ben capire come rimasi scioccata) mi rimase impresso lo stile di questa cantante, con una voce incredibile e una grande personalità. Ripensandoci l’avevo già vista anni prima in “Silkwood” (quel film con Meryl Streep in cui loro sono operaie in una fabbrica di materiale radioattivo) e in “Le streghe di Eastwick”, ma era passata quasi inosservata, non era scoccato l’amore come è successo invece col video! E l’amore non fu altro che consolidato dal film “Sirene”.



 C’è stato un periodo della mia vita (verso la fine delle superiori) in cui lo guardavo persino più spesso di Dirty Dancing (non ditelo in giro però!).

Con Winona Ryder in "Sirene"


 Ormai l’amore era nella sua fase più acuta. Le storie del fatto che lei si fosse fatta togliere delle costole per assottigliare la vita e dei denti per fare risaltare gli zigomi non mi toccavano minimamente, per me rimaneva sempre la donna più bella del mondo. Poi ho cominciato ad apprezzarla come cantante (anche in questo caso la cassetta è così consumata che ormai è inutilizzabile) e ha guardarmi i suoi vecchi film (tra cui “Stregata dalla luna”, per il quale vinse l’oscar) e ascoltare i suoi vecchi album. E da allora non mi sono più fermata. E’ il mio mito: l’amo e l’amerò sempre!
P.S. nel 2000 è stata prodotta “Barbie Cher” e nel 2002 è apparsa come guest star in una puntata di "Will & Grace" proprio pubblicizzando la bambola a lei ispirata (devo assolutamente cercare questa puntata su Youtube!!!!)


 





 


Cher da giovane (prima di qualche ritocchino..)
In versione anni 2000



In una delle sue immagini più eleganti....
 


Con l'ex marito Sonny Bono ai tempi di Sonny & Cher



mercoledì 16 febbraio 2011

The Duchess

Ieri sera NON ho guardato il festival di Sanremo (o meglio, ne ho guardato solo qualche pezzettino qua e là). Ho guardato invece un bel film su La7: The Duchess.
 Avrei già voluto andarlo a vedere quando era uscito al cinema, ma non so perché non ero riuscita (secondo me dovevo essere in ferie), quindi non mi sono lasciata perdere l’occasione di gustarmelo in tv seduta comodamente sul divano! E devo dire che era proprio un bel film (anche se un po’ triste). Poi a me la Keira Knightley piace, e in genere i film che interpreta lei mi piacciono.
Lo so che sono monotona e potrei anche sembrare leggermente fissata, ma in questo film lei indossava dei vestiti meravigliosi (non per niente la Duchessa veniva chiamata "Imperatrice della moda"!). Ho curiosato un po’ su internet e ho trovato questi, ma nel film ce ne sono tanti altri veramente molto belli.
Questo film mi ha fatto riflettere su come sia cambiato nei secoli il rapporto matrimoniale tra uomini e donne. Nel film lady Georgiana (The Duchess) è costretta dal marito non solo a subire per anni un menage a trois, ma addirittura a condividere la casa con l’amante (e prole) di lui. Quando chiede al marito di poterlo lasciare perché a sua volta innamorata di un altro uomo, viene ricattata con la minaccia di non rivedere mai più i figli. Ecco, oggi sarebbe l’esatto contrario: è la moglie che ricatta il marito e lo minaccia di non fargli vedere i figli se non le dà casa e assegno di mantenimento. E poi lascia i figlia ai nonni e si trova l’amante giovane…!

giovedì 10 febbraio 2011

God save th Queen

Come tutti ben sanno ho una passione per il Regno Unito e tutto ciò che è in qualche modo collegato ad esso. Ovviamente la Union Jack fa parte delle mie passioni. Curiosando un po’ su internet ho trovato alcune immagini relative alla Union Jack.

Ecco una carrellata delle più cuiose.
Si parte dall’ormai scontato frigorifero….

…. in compagnia degli altrettanto scontati miniabiti….








…e ombrellini (saranno pure scontati, ma io non non ce l’ho e lo voglio!)





Passando poi per abiti un po’ più fashion come questo:



magari indossato con scarpe e occhiali abbinati:















Per arrivare agli oggetti cult:

Paperella da bagno con maglietta Union Jack



Chiavetta usb con Mini con Union Jack sul tetto



E…… gran finale…..



Hello Kitty con vestitino Union Jack!



venerdì 4 febbraio 2011

Un regalo inaspettato!

Ieri mi è arrivato un regalo inaspettato. Un berretto interamente fatto a mano. Grazie Laura!
Non c’è niente di meglio di un regalo inaspettato. Ti rallegra la giornata e soprattutto è bello sapere che qualcuno ha pensato a me e mi ha voluto fare una sorpresa. Poi in questo caso, è ancora più bello, perché essendo fatto a mano, io so che la Laura ci ha perso del tempo per farlo. E l’ha fatto per me!
Questa è la cuffia sulla quale ho applicato una vecchia spilla

martedì 1 febbraio 2011

Le gioie della vita in campagna

Tra le varie gioie della vita in campagna (oltre ad aprire la finestra d’estate ed essere investiti da una folata di letame ed essere invasi dalle mosche in estate) c’è anche quella di andare a fare una passeggiata sotto la neve ed incontrare delle lepri e vedere volare delle anatre! Io non avevo mai visto volare le anatre. Cioè, mi era capitato di vederle alzarsi in volo dal laghetto del Giardino, ma di alzare gli occhi e vedermele volare sopra la testa mentre starnazzano non mi era mai capitato! Mentre eravamo sugli argini della Parma, abbiamo anche visto due leprotti che correvano sulla neve.
E poi non bisogna dimenticare che abitando in campagna si può andare a correre sempre sugli argini e al ritorno fermarsi nei campi a rubare un po’ di pomodori!