giovedì 15 dicembre 2011

Il blog della Ludo

Domenica sono andata in giro per regali. Quest’anno ho deciso di farei regali a tema. Il tema che ho scelto è l’aperitivo. Dicevo quindi che domenica sono andata alla Metro (che mi sembra il luogo più indicato per fare dei regali chic) e ho trovato un sacco di confezioni natalizie meravigliose: per i miei una confezione regalo con una bottiglia di Campari, 3 scatole di noccioline, 2 di frutta secca mista, 2 bicchieri rossi da brindisi e un pacchetto di tovaglioli di carta a tema natalizio. Il tutto racchiuso in una campana di plastica trasparente (il fatto chef osse a forma di campana mi ha fatto venire il dubbio che fosse un rimasuglio dei regali pasquali…).
Per Gian una confezione con 6 Spritz in bottiglia con in omaggio un Hello Kitty natalizia.
Per la Cicci una bottiglia di prosecco con bicchiere da aperitivo.
Per la Titti la confezione d’Aperol con abbinato un vassoio argentato (abbastanza bruttino a dire la verità).
E poi… tocco di classe…. Ho acquistato un po’ di regalini sempre a tema, da dare alle mie clienti la mattina della vigilia (il pomeriggio non ci penso neanche ad aprire il negozio, ho troppe cose da fare: la parru, le unghie, la ceretta, e poi scegliere il vestito da mettersi per la sera…sono già stanca a pensare a tutte le cose che dovrò fare). Ho fatto un affarone: ho comprato una confezione da 60 san bitter e a ognuna regalerò una bottiglietta. Che tocco di classe! Avendo avuto l’idea geniale di comprare tutto alla Metro, ho risparmiato un sacco. E siccome mi ero prefissata un budget che non ho raggiunto, mi sono detta: “Visto che comunque i soldi li volevo spendere, e visto che ho già fatto tutti i regali, perché non farmi un regalo con i soldi avanzati?”. E così ho fatto. Sarò geniale a volte???


La Ludo è una tardona parmigiana. Ogni giovedì pomeriggio si intrufola in questo blog e scrive un post terapeutico come le ha consigliato lo psicologo di suo figlio. Si è separata l’anno scorso quando ha scoperto che il marito aveva una relazione col loro giardiniere russo, e con i soldi della separazione ha aperto un negozio di intimo in centro. Abita in centro, lavora in centro, e frequenta solo gente con i soldi.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Bellissimo!!!

Silvia ha detto...

Grazie! Mi fa piacere che ti sia piaciuto!