giovedì 27 ottobre 2011

Il blog della Ludo

Sono troppo contenta perché finalmente è ricominciato il Grande Fratello. Almeno ho qualcosa di cui parlare con le mie amiche. Sempre questi disastri naturali, inondazioni, crisi politica, crisi economica, non se ne può più. Al mattino quando faccio colazione al bar non sento parlare d’altro. Io di politica non ne capisco niente, non mi interessa proprio. E’ una cosa così inutile, non serve a niente e a nessuno. Ora che ci penso sono uscita qualche volta con un assessore: mi faceva un sacco di regali e mi portava sempre a cena al Forte. Poi però ho scoperto che era sposato. Non che per me fosse un problema. Finché avrebbe continuato a offrire io sarei uscita con lui. Poi però la moglie l’ha beccato, ha chiesto la separazione e l’ha prosciugato. A quel punto chi me lo faceva fare? Io l’ho mollato, era pure vecchio. Con lui però non parlavamo mai di politica. Io pensavo che lo facesse per non mettermi a disagio, ma poi ho scoperto che l’avevano fatto assessore solo perché sua moglie era la segretaria personale di un costruttore importante, e di politica non ne capiva niente neanche lui! Ecco, io vorrei fidanzarmi con uno dei fusti che ci sono nella casa del Grande Fratello. Con loro sì che mi troverei bene: andremmo insieme dalla Maria de Filippi, dalla d’Urso, dalla Toffanin, mi comprerebbe un sacco di vestiti costosi, e poi niente problemi di conversazioni di politica!

La Ludo è una tardona parmigiana. Ogni giovedì pomeriggio si intrufola in questo blog e scrive un post terapeutico come le ha consigliato lo psicologo di suo figlio. Si è separata l’anno scorso quando ha scoperto che il marito aveva una relazione col loro giardiniere russo, e con i soldi della separazione ha aperto un negozio di intimo in centro. Abita in centro, lavora in centro, e frequenta solo gente con i soldi.

Nessun commento: