mercoledì 14 settembre 2011

Il valet parking: come traumatizzare un Italiano in vacanza in America

In America è molto diffuso il Valet Parking. Cos’è il Valet Parking? E’ il sistema di parcheggio degli alberghi e dei ristoranti lussuosi (ma anche di quelli meno lussuosi che vogliono darsi un po' di arie). In pratica tu arrivi e la tua macchina viene sequestrata dal valletto che in cambio ti dà un numero (tipo guardaroba). Lui sparisce con la tua macchina e tu entri nell’albergo o nel ristorante senza dover pensare al parcheggio.
valet parking usa

Quando vuoi riprenderti la tua macchina, non fai altro che consegnare al valletto (che generalmente stazione all'entrata dell’albergo o del ristorante) il tuo numero. Lui se ne va e torna dopo poco con la tua macchina (generalmente con la radio sintonizzata su un’altra stazione e con il climatizzatore attaccato a manetta).
Io ho avuto modo di conoscere questa usanza durante il mio viaggio di nozze (gli alberghi che frequento normalmente non hanno questo tipo di servizio….) e il primo incontro è stato traumatico. A dire il vero anche gli altri, ma col tempo abbiamo imparato ad organizzarci preventivamente.

valet parking usa

La nostra macchina presa a noleggio per le vacanze generalmente è sporca e disordinata. Oltretutto col passare dei giorni diventa una sorta di “appendice” delle valigie: borse con cibo, regalini vari, bottigliette d’acqua, cartine stradali, depliant, stampe con i percorsi, insomma sparso sui sedili posteriori  c’è davvero di tutto. Immaginatevi quindi di essere tranquilli in vacanza, e guidare un auto un po’ sporca e sicuramente non in ordine, stanchi, un po’ sfatti (magari dopo essere stati in macchina tutto il giorno). Ecco, immaginatevi di arrivare in queste condizioni in un albergo 5 stelle (proprio di quelli che uno si può permettere solo in viaggio di nozze e poi mai più per il resto della vita) e di essere accolte da un valletto in livrea che vi apre la portiera e vi fa tutti i salamelecchi del caso (in un’altra lingua ovviamente) estraendo le vostre valige dal bagagliaio. E senza avere il tempo di prendere niente di ciò che è sparso sui sedili della macchina (e che magari vi servirebbe anche) lui è già partito e probabilmente ha anche già parcheggiato. 
E tu rimani lì come uno stoccafisso con le tue valige in mano (a dire il vero c’è sempre pronto il ragazzo col carrello per le valigie che ti chiede se hai bisogno, ma noi non abbiamo mai avuto il coraggio di approfittarne) e non hai nemmeno capito cos’è successo. Ecco, questo è il valet parking. Un’esperienza decisamente traumatica per noi Italiani.
valet parking usa

Ah, ma dopo le prime volte non ci hanno più fregato: quando cominciavamo a vedere le indicazioni per l’albergo ci fermavamo e mettevamo tutto in ordine! 

1 commento:

Luca ha detto...

La cosa più importante che non hai scritto è che non si deve perdere il biglietto che rilascia il valletto altrimenti si corre il rischio di non avere più indietro la macchina o dover aspettare qualche ora per riprenderla !