mercoledì 13 luglio 2011

Un po' di cultura: la diversa metodologia di accaparraggio dei clienti da parte dei camerieri greci

Il bello e il brutto dell’andare a cena in un posto turistico greco è che non puoi fare un passo senza essere assalito dai camerieri dei ristoranti che cercano in tutti i modi di accaparrarsi il cliente. Io personalmente ho potuto notare diverse metodologie di accaparraggio:
  • c’è quello che ti guarda e ti fa segno di entrare
  • c’è quello che ti sbatte direttamente il menù in mano
  • c’è quello che ti urla nell’orecchio tutte le specialità della casa
  • c’è quello che ti dice che ti fa liberare un tavolo nel giro di 2 minuti
  • c’è quello che batte le mani per attirare l’attenzione a sé (e ti fa beccare un tramlone)
  • c’è quello che ti vede e prende una seggiola per fartici accomodare
Morale: non si riesce a sfogliare un menù (che generalmente sono esposti su un leggio appena fuori del locale) in santa pace senza essere trascinati a forza nel ristorante. C’è anche da dire che bene o male tutti i ristoranti hanno gli stessi piatti (anche se a volte variano i prezzi).
Noi abbiamo trovato la nostra personale soluzione (ovviamente ci abbiamo messo un po’ per studiarla, per le prime sere ci siamo adattati e alla fine entravamo in un ristorante a caso): alla sera dopo cena, quando i camerieri erano un po’ più rilassati, ci fermavamo a guardare i menù per la sera successiva.
Lo so che sembra assurdo ma era l’unico modo per poter sfogliare un menù e scegliere liberamente dove cenare. La sera successiva poi, una volta entrati nella “zona ristoranti” ci mettevamo in mezzo alla strada e andavamo dritti al ristorante guardando solo fisso nel vuoto davanti a noi (perché se per sbaglio incroci lo sguardo dei camerieri sei fritto: cominciano a urlare e gesticolare come dei matti). Ho anche notato che la sera che ero da sola (quando Luca non è stato bene) nessuno mi ha fermata! Come se una persona non potesse andare a cena da sola (anche se per essere onesta devo dire che avevo un passo piuttosto spedito).
Inutile dire che una volta che il povero turista è stato fatto sedere e ha ordinato, il cameriere greco tende a ignorarlo fino al momento del conto.

Nessun commento: