giovedì 16 giugno 2011

Gli Amish e le loro usanze

Vi avevo già parlato in questo post della mia visita alla contea di Lancaster, in Pennysilvania  dove risiede la più grande comunità Amish di tutti gli Stati Uniti.
Come sempre quando qualcosa mi incuriosisce, voglio saperne un po' di più, e questo è quanto ho scoperto a proposito degli Amish.

La loro istruzione scolastica si ferma ai 13 anni: raggiunta quell’età infatti smettono di studiare per iniziare a lavorare. 




Gli uomini lavorano principalmente nei campi e nelle stalle, mentre le donne si occupano dei figli (di solito numerosi) e dei lavori domestici. Quando arrivano ai 16 anni, i ragazzi hanno la possibilità di uscire dal villaggio per conoscere il mondo e decidere così se fare ritorno (sarei curiosa di sapere in che percentuale). 




Una volta sposati, gli uomini si fanno crescere la barba ( concessa perché associata ai personaggi biblici) ma non i baffi (vietati perché associati al potere militare )e le donne si mettono una cuffietta bianca (quella da “single” è nera) per coprire i lunghi capelli che non si tagliano mai. L’abbigliamento viene considerato dagli Amish come espressione della loro fede, come un segno di umiltà e separazione dal resto del mondo. 

Il loro abbigliamento è alquanto semplice e le donne indossano abiti con maniche lunghe e gonne fino alla caviglia (d’estate non avranno neanche caldo…) e non portano gioielli. 




Nel loro tempo libero le donne tessono i quilt ( delle trapunte patchwork), per i quali sono famosi in tutto il mondo.

La fede e la religione sono parti fondamentali della vita e Dio è la loro priorità. Dopo di lui vengono la famiglia e il lavoro. Come tutti sanno rifiutano la modernità, anche se accettano alcune innovazioni solo nel caso si rendano veramente necessarie e non portino vanità nella comunità. Per esempio utilizzano i mezzi agricoli moderni trainati però da cavalli.



E anche per oggi è tutto!

Puoi seguire Banana e cioccolato anche su FacebookTwitter Bloglovin 



Nessun commento: