lunedì 10 gennaio 2011

Il fascino elegante di Cary Grant

Cary Grant è uno dei miei attori preferiti. Aveva un fascino incredibile, un’eleganza innata, con quel sorriso ironico e quello sguardo un po’ stralunato. Semplicemente unico.





Sapeva passare con disinvoltura dalla commedia classica, al giallo, al genere drammatico. E in ogni interpretazione dava sempre il meglio di sé, dando vita a dei personaggi unici. Io amo ricordarlo nella commedia  “Susanna”, dove in coppia con una incredibile Katharine Hepburn interpretava un archeologo. Ma come non ricordarlo anche in Intrigo internazionale di Alfred Hitchcock o in Arsenico e vecchi merletti di Frank Capra oppure Scandalo a Filadelfia di George Cukor? Potrei continuare per ore a citare tutti i suoi indimenticabili film.





Cary Grant, a dispetto di quanto si possa pensare, non è americano, ma inglese. Nacque infatti a Bristol nel 1904. Prima di divenire un famoso attore, si diede da fare come saltimbanco in un circo inglese, dopo avere abbandonato gli studi a soli 15 anni. Iniziò così a girare per l’Inghilterra insieme alla compagnia circense. Nel 1920 decise di rimanere negli Stati Uniti dove stava rappresentando uno spettacolo con la compagnia circense. Per dieci anni fece disparati mestieri, finché negli anni ’30 entrò a far parte della grande famiglia Paramount in qualità di caratterista. La casa di produzione gli impose di cambiare il nome (il suo vero nome era Archibald Alexander Leach) e nel 1935 ottenne il suo primo ruolo da protagonista in Il diavolo veste femmina, diretto da George Cuckor e cointerpretato da Katharine Hepburn. La sua carriera era lanciata. Negli anni ’50 quando era ormai un attore molto famoso, fondò la propria casa di produzione: la Grantley Productions. Nel 1966, dopo essersi ritirato dalle scene, divenne consulente creativo della casa cosmetica Fabergé e nel 1970 ricevette l’Oscar alla carriera. Cary Grant si sposò per ben cinque volte: il suo ultimo matrimonio risale al 1981, quando aveva 77 anni. Morì 5 anni dopo per una emorragia celebrale poche ore prima della tappa di Davenport del suo tour Una conversazione con Cary Grant, nel corso del quale rispondeva a domande poste dal pubblico.




Cary Grant con Irene Dunne


Cary Grant con Grace Kelly, con la quale interpretò Caccia al ladro

Cary Grant con Katherine Hepburn
Durante le riprese di Ero uno sposo di guerra


Potrebbe interessarti anche il mio post La magnetica Katherine Hepburn

Nessun commento: